L'haut-à-porter alto di gamma conquista i compratori in fiera e online sul sito AlwaysOn Show

Le Padiglioni affollati di visitatori e compratori stranieri all'apertura di TheOneMilano che presenta fino al 25 febbraio le nuove collezioni femminili alto di gamma per abbigliamento, pellicceria, pelle e accessori. L'assessore regionale Lara Magoni in visita negli stand: "La moda è un fiore all'occhiello della Lombardia"

Qualità delle collezioni, grande attenzione da parte dei brand allo stile del fashion femminile rappresentato TheOneMilano, il Salone dell’haut-à-porter d'alta gamma in corso a fieramilanocity fino al 25 febbraio che in questa edizione propone un format espositivo moderno e accattivante. Risultato: padiglioni affollati di visitatori e buyer - numerosi quelli avvivati dall’estero - fin dall’apertura fra incontri d’affari, presentazioni ed eventi, con il “Winter garden” come punto d’incontro soft, rilassante, fra piante, giochi d’acqua e musica.

Di grande richiamo le aree #TheOneFur&leather, colorata e glamour con le proposte di tendenza per la pellicceria e la pelle sottolineate da capi e accessori molto curati nella costruzione sartoriale e la debuttante #TheOneMilanoAvenue con il “guardaroba” di abbigliamento donna al gran completo. Affollate - con gran lavoro anche degli intepreti per gli operatori stranieri - anche le presentazioni della piattaforma digitale AlwaysOn Show, la fiera nella fiera che consente di far lavorare e incontrare espositori e buyer 365 giorni all’anno su tutti i mercati del mondo. Con questa iniziativa di TheOneMilano si può infatti navigare nel portale in modo semplice ed intuitivo sia per organizzare la visita in fieramilanocity sia per trovare nuovi brand interessanti da “seguire”, contattarli dopo aver visto i prodotti salvandoli in una “special list”, scoprire le novità sui profili dei brand. Subito al lavoro anche i due set fotografici allestiti per realizzare gli scatti dei prodotti delle aziende che intendono esporli nella "fiera virtuale".

E nella prima giornata ha visitato gli stand l’assessore regionale al Turismo e alla Moda Lara Magoni che ha sottolineato l’importanza del settore per la Lombardia, considerato “un fiore all’occhiello” da sostenere e valorizzare, ricordando l’iniziativa del bando “FashionTech” per la sostenibilità del tessile e della moda. Interesse confermato dai numeri. In Lombardia sono 34.000 imprese con 230.000 addetti e un giro d’affari di 35 miliardi di euro. La moda, con Milano che pesa per il 5% del totale nazionale per occupati ed è prima in Italia con oltre 21 miliardi di euro di giro d'affari, pari al 20% del totale fra tessile, abbigliamento, pelletteria e calzature.

Secondo una ricerca (basata su dati Istat) effettuata dalla Camera di Commercio di Milano Monza-Brianza Lodi e da Promos Italia, nei primi mesi del 2018, Milano è al primo posto in Italia per le esportazioni (+6,4%) mentre la Lombardia con 10 miliardi di euro registra un incremento del 3,6%. In valore, circa 6,6 miliardi di euro. E se l'abbigliamento rappresenta un terzo delle esportazioni totali lombarde e supera i 2 miliardi, sono le borse e le calzature a registrare gli aumenti più forti: rispettivamente +14,2% e +12,2%. Tra le principali destinazioni gli Stati Uniti, primi con 466 milioni, +18,4%, seguiti da Paesi dell’Estremo oriente, Hong Kong (380 milioni), Cina (363 milioni), Giappone (260 milioni). Al settimo posto la Corea del Sud preceduta da Francia e Svizzera. Per la Lombardia prima destinazione gli Stati Uniti, seguiti da Francia, Hong Kong, Cina e Germania.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.