Attacco a Parigi, l'imam del Cairo: "Terrorismo? Islam è innocente"

Ahmed al Tayyeb condanna l'attacco a Parigi: "Contrario ai valori religiosi". E lancia un appello: "Il mondo si unisca contro questo mostro". Ma il mondo islamico è diviso

Attacco a Parigi, l'imam del Cairo: "Terrorismo? Islam è innocente"

"Profonda condanna degli assurdi attacchi terroristici a Parigi a nome dell’Islam che è innocente sul terrorismo". Ahmed al Tayyeb, l'imam di Al Azhar che più volte ha teorizzato la distruzione dello Stato di Israele, prende le distanze dai sanguinari attacchi di Parigi. E dal centro teologico più importante dell'islam sunnita lancia un appello a "una cooperazione internazionale contro il terrorismo, mostro maniaco". Purtroppo nel mondo islamico, a partire dai tagliagole dello Stato islamico e dai milioni di musulmani che guardano allo Stato islamico con favore, molti islamici simpatizzano coi jihadisti che hanno messo a ferro e fuoco la capitale francese.

Il Grande Imam della moschea di Al-Azhar, la più alta istituzione del mondo sunnita, ha condannato gli attacchi terroristici a Parigi definendoli "odiosi". "Questi atti sono contrari a tutti i valori religiosi, umanitari e di civiltà - ha affermato Ahmed el Tayeb - è arrivato il momento che il mondo intero affronti questo mostro". Ma il mostro non è disposto ad arretrare di un solo millimetro. Come si legge nella rivendicazione del Califfato, gli attacchi di Parigi "sono solo l’inizio della tempesta". Perché la Francia, e chi la sostiene, "rimarrà tra gli obiettivi principali" dell'Isis e "continuerà a sentire l’odore della morte per aver preso la guida della crociata, aver insultato il Profeta e essersi vantata di combattere l'islam" nel Paese. E molti tra i musulmani sono pronti a schierarsi al fianco dei tagliagole. Il blitz di Parigi ne è la dimostrazione. Tanto che Matteo Salvini sfida i cosiddetti musulmani moderati: "Se ce l'islam buono, al di là delle sfilate, ce lo dimostri coi fatti".

Commenti