"Overdose di eroina": il figlio di Paul Auster accusato della morte della figlia

Era la nipote dello scrittore Paul Auster. Il padre della piccola è stato accusato della sua morte

"Overdose di eroina": il figlio di Paul Auster accusato della morte della figlia

Una bimba di soli 10 mesi, Ruby Auster, è morta in un ospedale a New York per overdose. A uccidere la piccola, secondo quanto riferito dal New York Times, sarebbe stata una combinazione letale di fentanyl ed eroina. La bimba era la nipote di Paul Benjamin Auster, scrittore, saggista, poeta, sceneggiatore, regista, attore e produttore cinematografico di 75 anni statunitense. La polizia ha reso noto che suo padre, il 44enne Daniel Auster, è stato arrestato nella notte di venerdì scorso e accusato della morte della figlia.

Un mix letale

La bimba era stata trovata priva di sensi lo scorso primo novembre all’interno di una casa in Bergen Street a Park Slope, Brooklyn, ed era stata dichiarata morta in ospedale. Il quotidiano newyorchese, citando la polizia, ha fatto sapere che l'ufficio del medico legale aveva, in seguito all'esame autoptico, stabilito che la morte era avvenuta per overdose, ovvero una ‘intossicazione acuta’ da droghe. Daniel Auster è stato accusato di omicidio colposo ed è stato condotto nell'ufficio del procuratore distrettuale. La polizia non ha comunque per il momento fornito spiegazioni su come la bambina potrebbe essere venuta in contatto con le droghe. Ventisei anni fa il figlio dell'autore di 'Trilogia di New York' era stato coinvolto in un noto caso di omicidio che vide Michael Alig e un suo complice uccidere lo spacciatore Andrew Melendez e poi gettare il corpo privo di vita nel fiume Hudson. Auster aveva dichiarato poi di aver rubato a Melendez 3mila dollari e per questo era stato condannato alla libertà vigilata.

Cos'è il fentanyl

Il fentanyl è un potentissimo analgesico oppioide, oltre a essere una delle droghe più acquistate sul mercato clandestino. Le autorità stimano che, in seguito alle restrizioni sulle prescrizioni di oppioidi, nel 2015 l'assunzione di fentanyl e di altre simili droghe abbia portato alla morte di 9.580 persone negli Stati Uniti, con un aumento del 73% rispetto al 2014. In un adulto il fentanyl può causare diversi effetti collaterali, anche se non tutti i pazienti li manifestano, come per esempio: eccessiva sonnolenza, capogiri o mal di testa, stanchezza e debolezza, mancanza di energie, alterazione di alcuni organi di senso come gusto e olfatto. Secondo quanto emerso dalle indagini e dagli esami condotti sul corpicino della vittima, la bimba sarebbe morta per una combinazione di fentanyl ed eroina.

Commenti