California, l'Isis rivendica la strage

I jihadisti: "L'attacco è arrivato dopo la dichiarazione degli americani che gli Usa non erano a rischio di attentati terroristici"

California, l'Isis rivendica la strage

L’Isis ha rivendicato la strage di San Bernardino in California. Lo riferisce al Arabiya. Se la rivendicazione fosse autentica la strage di San Bernardino sarebbe di matrice jihadista. La rivendicazione è giunta con un comunicato ufficiale attraverso Aamaq, il network di propaganda dello Stato islamico, nel quale si afferma che due sostenitori dell’Isis hanno compiuto la strage. L’attacco, si afferma, "è arrivato dopo la dichiarazione degli americani che gli Usa non erano a rischio di attentati terroristici", e dopo i "sanguinosi attacchi" a Parigi e a Tunisi. "È un atto di terrorismo", ha detto l’Fbi in conferenza stampa. "Non ci sono indicazioni che i due killer di San Bernardino facessero parte di una cellula terroristica più ampia", ha aggiunto il direttore dell'Fbi, James Comey, confermando però che vi sono indicazione circa un "percorso di radicalizzazione" intrapreso dalla coppia e ispirato da gruppi terroristici stranieri.
Gli investigatori che stanno indagando sulla sparatoria di San Bernardino, in California, in cui sono morte 14 persone, hanno trovato un legame tra la strage e lo Stato islamico. Secondo quanto riferisce la Cnn, che cita funzionari Usa, Tashfeen Malik, la donna della coppia che ha aperto il fuoco, avevascritto un post su Facebook in cui giurava fedeltà al leader dell'Isis, Abu Bakr al-Baghdadi. La donna di 27 anni, di origine pakistana, avrebbe scritto il post su Facebook con un account diverso dal proprio, secondo quanto riferisce la Cnn che cita funzionari Usa.

Secondo le fonti, l'attacco a San Bernardino sembra quindi essere ispirato - ma non diretto - dallo Stato Islamico. L'indagine si è infatti concentrata su motivazioni di tipo radicale su spinta del presidente Usa, Barack Obama, e del capo della polizia di San Bernardino Jarrod Burguan. "Erano attrezzati e avrebbero potuto portare a termine un altro attacco", ha affermato il capo della Polizia di San Bernardino, Jarrod Burguan, in merito ai 12 esplosivi e alle munizioni trovate a casa di Syed Rizwan Farook e la moglie, Tashfeen Malik. L'attentatrice della strage di San Bernardino in California, si era trasferita in Arabia Saudita dal Pakistan circa 25 anni fa, ma era rientrata a casa a studiare per diventare un farmacista. Lo hanno riferito a Reuters due funzionari pakistani. La donna, di 27 anni, uccisa dalle forze di polizia insieme al marito dopo la strage, era originaria del distretto di Layyah nella provincia meridionale del Punjab. Era rientrata in Pakistan cinque o sei anni fa per completare la laurea alla Bahauddin Zakariya University di Multan.

Commenti