Catalogna, McDonald's lancia la pubblicità pro-indipendenza

Nei cartelloni pubblicitari della catena di fast-food sparisce ogni riferimento all'identità nazionale spagnola

Le due versioni della pubblicità di McDonald's, a Madrid e in Catalogna

Il marketing, si sa, non ha colore politico: conta solo quanto si vende. Dev'essere per questo che i dirigenti spagnoli di McDonald's hanno deciso di eliminare ogni riferimento alla Spagna dalle pubblicità diffuse in Catalogna.

Lo slogan scelto per celebrare l'apertura ventiquattr'ore su ventiquattro dei nuovi ristoranti della catena è uguale a Madrid e Barcellona: "In Spagna, tornare prima delle 3 non è uscire, ma andare a cena". Unica differenza, in Catalogna il riferimento alla nazione spagnola è stato sostituito da un più neutro "qui".

A partire dall'11 settembre, data della Festa dell'indipendenza catalana, la Diada, inizieranno due mesi di negoziati tra Madrid e la comunità autonoma catalana, in vista del referendum sull'indipendenza che Barcellona pare intenzionata a chiedere per il 9 novembre.

Il dibattito politico è infuocato, ed evidentemente anche a McDonald's hanno deciso di sfruttare il sentimento popolare. I responsabili marketing della catena americana di fast food spiegano che si tratta semplicemente di una scelta che ha maggior presa sul pubblico dei clienti, ma in molti sospettano che dietro quella che sembra solo una scelta di mercato si celi in realtà una presa di posizione politica ben chiara.

Se così fosse, non si tratterebbe nemmeno del primo caso: in alcuni ristoranti catalani di Burger King

sarebbero apparse bandiere indipendentiste e anni fa anche la catena di elettrodomestici Media World aveva lanciato una campagna pubblicitaria in cui si evitava accuratamente ogni riferimento ai simboli nazionali spagnoli.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica