Ritorna la pena di morte: la Corte Suprema approva la linea Trump

L’amministrazione Trump, lo scorso anno, aveva interrotto una moratoria della pena di morte federale che durava dal 2003, dalla presidenza Bush Jr

La Corte suprema americana dà il via libera al ripristino della pena di morte a livello federale, appoggiando di fatto la linea dura varata lo scorso anno dall’amministrazione Trump in ambito giudiziario. Grazie all’avallo dei supremi magistrati, i nuovi protocolli per le esecuzioni capitali varati la scorsa estate dal ministro della Giustizia William Barr potranno trovare attuazione. Il governo americano, con l’iniziativa del ministro citato, aveva allora interrotto una moratoria della pena di morte a livello federale che durava dal 2003, ossia da quando l’allora presidente Bush Jr aveva congelato tale pratica.

Il via libera della Corte suprema alla ripresa delle esecuzioni è consistito nel fatto che, ieri, i magistrati in questione hanno confermato una sentenza, emessa ad aprile dalla Corte d’appello federale del Distretto di Columbia, che si era espressa a favore del ripristino delle prime.

Nei giorni scorsi, membri liberal del massimo organo giudiziario Usa, ossia Ruth Bader Ginsburg e Sonia Sotomayor, avevano lasciato intendere che avrebbero esaminato in maniera pacata e approfondita il ricorso sulla pena di morte federale, ma, alla fine, sembra sia nettamente prevalso l’orientamento rigorista dei giudici conservatori.

Non opponendosi alle nuove disposizioni del ministro Barr sulle esecuzioni, la Corte ha di fatto legittimato l’eliminazione fisica dei condannati a morte presenti nelle carceri federali. Attualmente, i carcerati rinchiusi nei bracci della morte governativi sarebbero 62.

I protocolli del ministro di Trump, adottati lo scorso anno in materia di esecuzioni, dispongono l’utilizzo, per quanto riguarda le iniezioni letali, dell’inoculazione ai condannati di un unico barbiturico mortale, il pentobarbital , al posto della miscela di sostanze tossiche impiegata finora dai boia.

Con il nulla osta della Corte suprema, i primi detenuti federali a cui verrà applicato il nuovo protocollo saranno i quattro che avevano promosso la causa legale su cui si è pronunciato ieri, sfavorevolmente per i ricorrenti, il massimo tribunale Usa.

I promotori del ricorso contro il ripristino, dopo 17 anni di moratoria, delle esecuzioni federali sono tutti e quattro condannati per avere ucciso dei bambini e, per effetto del verdetto della Corte, saranno giustiziati a partire dal 13 luglio, uno dopo l’altro, nel carcere governativo di Haute, in Indiana.

Secondo l’ong umanitaria statunitense Death Penalty Information Center, il via libera dei supremi magistrati alla riattivazione, promossa dall’amministrazione Trump, della pena di morte giunge in un periodo contrassegnato da sempre più entità federate e nazioni del mondo che mandano in pensione definitivamente i boia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 30/06/2020 - 10:15

chi ha sbagliato deve pagare il conto alla societa'...in italia,chi sbaglia ha un premio.ecco le differenze.

capi_tan_iglu

Mar, 30/06/2020 - 10:39

Forse ci siamo dimenticati che esiste un Dio e che questo Dio la fa pagare molto amaramente a chi viola certe leggi divine come il non uccidere, il non inquinare o il non far soffrire i bambini (inclusa la pedofilia). A parte il karma negativo che fa vivere le pene dell'inferno nell'aldilà o durante una reincarnazione a chi si rende responsabili di crimini molto gravi, ci sarà fra poco (dopo qualche centinaia di milioni di anni), ovvero in quest'attuale epoca, il giudizio universale che sancirà chi potrà ancora incarnarsi come essere umano e chi invece dovrà ripercorrere l'intero ciclo di 700 milioni di anni reincarnandosi come animale (verme o scimmia che sia) visto che non è più degno di chiamarsi uomo. Dio dice anche di non uccidere e di non condannare a morte altri esseri umani perché questo è sbagliato e va contro le leggi divine: ma gli americani e altri popoli involuti e degenerati pare non conoscano queste leggi, anticristici come sono.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 30/06/2020 - 10:59

@capi_tan_iglu- Esiste un dio? Credi ancora alle favole. E ammesso che esista, mi dici chi lo ha creato? Le religioni, tutte, sono state create dal uomo per esorcizzare le sue paure...Tutto qui!

orione43

Mar, 30/06/2020 - 11:04

Caro capi_tan_iglu capiscp il tuo fanatismo filosofico religioso, ma ricordati chi ha detto "occhio per occhio e dente per dente"

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 30/06/2020 - 11:15

@capi_tan_iglu - se il classico comunista che invoca la religione cattolica q dopo che l'avete rinnegata (e combattuta) per 100 anni ?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 30/06/2020 - 11:19

x i benpensanti (questi tutti di sx) la pena di morte è riservata non ai ladri di polli,ma a gentaglia che ha ammazzato,stuprato anche bambini/e,torturato..e via dicendo.queste persone non devono esistere...mica siamo in italia che questa gentaglia va in tv come ospiti d'onore

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 30/06/2020 - 11:27

Ma allora è vero che, in questo mondo che sprofonda, ogni tanto si sentono ancora le buone notizie... In qualche caso, come si legge in questo articolo, anche grandi notizie.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 30/06/2020 - 11:41

#capi_tan_iglu- 10:39 Cosa hai chiesto a Babbo Natale nella tua ultima letterina?

dredd

Mar, 30/06/2020 - 11:58

Ogni tanto una buona notizia

florio

Mar, 30/06/2020 - 12:43

Credo che la pena di morte per certi assassini sia una liberazione. Una detenzione dura, (negli States sanno applicarla molto bene) senza sconti come purtroppo succede nel nostro paese, la trovo molto più efficace e punitiva, hanno tutto il tempo di pensare al male che hanno fatto, vivere in gabbia per il resto della vita senza i privilegi che hanno in Italia, è molto peggio che morire!

Foci

Mar, 30/06/2020 - 13:00

Spero che non sia una delle solite fake news ... God bless the Supreme Court.

Malacappa

Mar, 30/06/2020 - 13:11

Trump deve essere rieletto

antonioarezzo

Mar, 30/06/2020 - 13:54

capi_tan_iglu Mar, 30/06/2020 - 10:39 FATTI VEDERE DA UNO BRAVO....PARECCHIO BRAVO.

Topogigio86

Mar, 30/06/2020 - 14:54

Il giusto si rallegrerà quando avrà visto la vendetta; si laverà i piedi nel sangue dell’empio; Salmo 58,10. Prima di filosofare o fingervi sapienti, consultate la Parola di Dio o comunque quella che si crede tale. Al dio commerciale e delle larghe intese, vi risponde il Dio dell'antico testamento che la pensa un tantino diversamente da preti, teologi e benpensanti. Anche a me piacerebbe vivere in un mondo più giusto, ma la realtà molto ma molto diversa. Sintesi: Finalmente una buona notizia.

odisseus

Mar, 30/06/2020 - 15:01

Malacappa, se Trump non sará rieletto i guai per tutto il mondo saranno peggiori di quelli causati negli otto anni di Obama.

tonino88

Mar, 30/06/2020 - 18:52

capi_tan_iglu Dov'era il tuo Dio quando tutte le cose da te citate sono state violate? Dov'è il tuo Dio quando i bambini sono vittime della pedofilia o debbono patire gli orrori delle guerre? Dov'è il tuo Dio quando l'uomo sversa nell'ambiente tonnellate di porcherie? Dio non è altro la proiezione di tutto ciò che l'uomo non potrà mai essere (cit. Feuerbach)