Cosa c'è davvero dietro la scelta del nome per la figlia di Harry e Meghan

L'omaggio alla regina e a Lady D nel nome della secondo genita di Harry e il tentativo di riconciliazione dei Sussex verso la Corona

Cosa c'è davvero dietro la scelta del nome per la figlia di Harry e Meghan

È nata Lilibet Diana Mountbatten-Windsor, secondigenita di Harry e di Meghan Markle. Un nome che non è stato scelto a caso ma che dietro nasconde una precisa volontà diplomatica da parte dei duchi del Sussex nei confronti della famiglia reale, oltre che un omaggio a lady Diana che il prossimo 1 luglio avrebbe tagliato il traguardo dei 60 anni. "Lili" Diana, come verrà probabilmente chiamata in famiglia, è nata venerdì 4 giugno in una clinica di Santa Barbara e sono già rientrate nella loro abitazione in ottima salute.

Gli inglesi non avevano dubbi su quale sarebbe stato il nome scelto dai duchi del Sussex per la loro bambina. Da ormai molti mesi il nome più gettonato, infatti, era proprio Lily. Victoria, Alice e Mary sono tramontati in fretta, soppiantati da Diana e Doria in onore delle due nonne. Ma già da aprile è stato l'omaggio alla regina Elisabetta II a prendere piede tra gli scommettitori, convinti che Harry e Meghan volessero in qualche modo cercare di ricucire i rapporti con la capofamiglia della famiglia Reale, tanto più dopo la morte dell'amato consorte Filippo di Edimburgo.

Lilubet, infatti, è il nomignolo familiare che la regina Elisabetta si porta dietro fin da quando ha iniziato a muovere i primi passi. Pare sia stata proprio Elisabetta a chiamarsi così la prima volta, quando da bimba non riusciva a pronunciare il suo nome per esteso. Da allora i suoi genitori e in un secondo momento anche il principe Filippo la chiamavano così. Probabilmente, a pochi mesi dalla scomparsa del principe di Edimburgo al quale Harry era molto legato, il figlio di Carlo d'Inghilterra ha voluto anche rendere omaggio a quell'amore ultradecennale. Anche il cognome scelto per la bambina risuona quasi come un omaggio in onore di Filippo di Edimburgo, che quando sposò Elisabetta II assunse proprio il cognome Mountbatten, che avrebbe voluto non morisse con lui ma avesse una discendenza.

In molti vedono nella scelta del nome dell'undicesima pronipote di Elisabetta II la volontà di Harry di provare a ricucire il rapporto con la famiglia d'origine dopo lo strappo di un anno e mezzo fa, quando i duchi del Sussex hanno deciso di voltare le spalle alla Corona per trasferirsi in America. Solo il tempo dirà se la piccola Lilibet Diana Mountbatten-Windsor potrà fare da pacere nella famiglia reale. Un sereno che però sembra ancora lontano da venire, come dimostra il fatto che l'account Twitter dei Windsor non ha rilanciato la notizia nell'immediato.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti