Iowa, Trump asfalta gli avversari

Mentre il Partito democratico vive una giornata nera per via dei risultati che tardano ad arrivare sullo Iowa, Donald Trump gongola e asfalta gli avversari nei caucus repubblicani

Iowa, Trump asfalta gli avversari

Il risultato era più che scontato: mentre i democratici piombano nel caos, il presidente Donald Trump ha facilmente sconfitto i suoi principali rivali nelle primarie repubblicane nei caucus dell'Iowa. Segnale che gli avversari interni del Gop hanno davvero pochissime chance di trionfare sull'incumbent. The Donald ha trionfato in Iowa con il 97% dei voti asfaltando l'ex governatore del Massachusetts Bill Weld e l'ex deputato dell'Illinois Joe Walsh, che hanno raccolto ambedue poco più dell'1% delle preferenze. "Il presidente ha un consenso record tra gli elettori repubblicani", ha dichiarato il portavoce del Comitato nazionale repubblicano Rick Gorka a Fox News. "Non mi preoccupo di quelli che hanno intrapreso un progetto per pura vanità".

I rivali di Trump all'interno del Gop, delusi per i risultati ottenuti in Iowa, pensano già al ritiro. Il portavoce della campagna di Joe Walsh, Charles Siler, ha spiegato a Fox News che l'ex membro del Congresso "sta valutando tutte le opzioni" sul tavolo. "Walsh vede il presidente Donald Trump come la più grande minaccia per la nostra repubblica, proprio ciò che i nostri Padri fondatori temevano in un leader" ha spiegato il protavoce dell'ex deputato in corsa alle primarie repubblicane. "Sappiamo che questo è uno sforzo a lungo termine, ma è importante per la nazione", ha aggiunto. "Ecco perché è così angosciante che il Gop abbia cancellato così tante elezioni primarie e bloccato gli sfidanti di Trump in molti altri stati".

Nel 2016, a trionfare nelle primarie Gop in Iowa fu Ted Cruz, senatore repubblicano del Texas, mentre Donald Trump arrivò soltanto secondo. Lo stato dell'Iowa è generalmente molto conteso fra repubblicani e democratici e cambia "colore" quasi ad ogni elezione. Nel 2012, Barack Obama trionfò nello stato con quasi 6 punti di distacco, mentre nel 2016 Trump vinse su Hillary Clinton di quasi dieci punti, passando così ai repubblicani. Nel frattempo, i dati sulle preferenze raccolte dai partecipanti alla competizione elettorale interna al partito democratico, non sono ancora stati ufficializzati. I ritardi nella comunicazione dei voti ottenuti da ogni partecipante nelle 1678 sezioni allestite nello Stato hanno immediatamente alimentato voci su un malfunzionamento della app utilizzata dal partito per analizzare e comunicare l’esito della sfida e persino su un attacco hacker.

Una giornata davvero imbarazzante per il partito democratico, come ammette anche la Cnn, che parla di caos, rabbia e confusione. Trump gongola. "I democratici sono bloccati in un caos nei caucus, che loro stessi hanno creato, con il più goffo disastro della storia. Sarebbe naturale per le persone dubitare dell'equità del processo. Questa è la gente che vuole gestire il nostro intero sistema sanitario? Oggi il presidente Trump ha registrato un risultato record nei ben gestiti caucus Gop in Iowa, con un'affluenza record per un presidente in carica" ha dichiarato Brad Parscale, direttore della campagna per la rielezione alle presidenziali di Donald Trump.

Commenti

Grazie per il tuo commento