Francia, Fillon: "Resisto, non ho nulla da nascondere"

Fillon: "Non c'è motivo per ritirare la mia candidatura". Poi però ammette un errore: "Lavorando con mia moglie e i miei figli ho privilegiato una collaborazione di fiducia che genera sfiducia. Chiedo scusa ai francesi"

Francia, Fillon: "Resisto, non ho nulla da nascondere"

Nonostante le accuse che gli piovono addosso da giorni per il presunto impiego fittizio di sua moglie Penelope come assistente parlamentare, François Fillon non molla. In un video diffuso su Facebook il candidato della destra francese alle presidenziali ribadisce la propria intenzione di andare avanti: "Intendo chiarire le cose perché non ho niente da nascondere". E in conferenza stampa ribadisce di sentirsi vittima di un assalto (politico): "Affronto un attacco di violenza inaudita", mentre "capisco gli interrogatori e il bisogno di chiarire le cose", ma "non ho mai violato la legge". "Tutti i fatti che sono accaduti sono legali e trasparenti - precisa Fillon - non ho mai nascosto nulla. Sono stato ascoltato per quattro ore dalla polizia, mia moglie è stata scoltata per cinque ore. Abbiamo risposto a tutto". In un passaggio del suo intervento il politico ammette di aver impiegato sua moglie come "collaboratrice", ma ribadisce che il salario che le veniva versato era "perfettamente giustificato".

Fillon ammette però di aver fatto uno sbaglio. "Non ho nascosto nulla, tutto era legale... ma lavorando con mia moglie e i miei figli, ho privilegiato questa collaborazione di fiducia che oggi suscita sospetto. È stato un errore e mi scuso con i francesi".

Cosa dicono i sondaggi

Un sondaggio condotto dall’istituto Opinionway per Les Echoes pubblicato oggi indica Marine Le Pen in testa al primo turno. La leader del Fn andrebbe al ballottaggio con il 26% dei consensi, seguita dall’ex ministro socialista dell’Economia (Macron) con il 23% e da François Fillon con il 20%. A seguire il candidato socialista Benoit Hamon con il 14% e l’esponente della sinistra radicale Jean-Luc Melenchon all’11%. La situazione sarebbe nettamente capovolta però al secondo turno, quando di fronte all’eventualità di una vittoria della Le Pen, gli elettori francesi voterebbero in massa per Macron. Al ballottaggio infatti, secondo le rilevazioni di Opinionway, Le Pen otterrebbe il 35%, Macron il 65%. Secondo il sondaggio infine, Le Pen sarebbe sconfitta al secondo turno anche da Fillon, la cui posizione appare però sempre più debole dopo lo scandalo "Penelopegate": se il candidato della destra repubblicana andasse al secondo turno otterrebbe il 61%, contro il 39% della leader del Fn.

Commenti