Germania, anche gli ebrei con l'Afd

Un gruppo di ebrei che simpatizza per l'ultradestra tedesca dell'Afd è pronto ad aprire un'associazione legata al partito per difendere la comunità ebraica dall'antisemitismo dei giovani immigrati musulmani

Germania, anche gli ebrei con l'Afd

In molti gridano al paradosso. Eppure la notizia è stata confermata lo scorso fine settimana sia dalla Frankfurter Allgemeine Zeitung, sia dall’agenzia di stampa tedesca Dpa. All’interno del partito di ultradestra tedesca, Alternative für Deutschland, un gruppo di attivisti di religione ebraica ha deciso di dar vita ad un’associazione per difendere gli ebrei tedeschi “dall’odio antisemita dei musulmani”.

Secondo quanto riporta l’Huffington Post, infatti, a parere del gruppo, la formazione politica ultranazionalista, finita più volte nell'occhio del ciclone per le esternazioni radicali e nostalgiche del passato nazista di alcuni suoi componenti, sarebbe l’unica in Germania a “tematizzare l'odio antisemita musulmano, senza sminuirlo”. A dirlo è Dmitri Schulz, il fondatore della nuova associazione, che dovrebbe iniziare le proprie attività il prossimo 7 di ottobre.

Il nome dell’organizzazione non è ancora stato reso noto. Per ora si sa soltanto che verrà fondata con un’assemblea costituente che si svolgerà ad Offenbach, città dell’Assia poco distante da Francoforte sul Meno. Gli ebrei che hanno scelto di militare nelle file dell’Afd, chiarisce Schulz alla Dpa, vogliono preservare la comunità ebraica dall’immigrazione di massa costituita prevalentemente da “giovani uomini di cultura islamica”. Un’immigrazione che, secondo gli ebrei dell’Afd, sarebbe di stampo “anti-semita” e quindi “nociva”.

Secondo le rilevazioni di Deutschlandtrend, curate dall’emittente pubblica tedesca ARD, Alternativa per la Germania rappresenta attualmente il secondo partito nel Paese, dopo l’Unione (Cdu-Csu), con il 18% delle preferenze.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti