Giappone, sisma di 6.9 al largo di Fukushima

Un forte sisma ha scosso la costa nord orientale del Paese, non lontano dalla centrale nucleare distrutta parzialmente nel 2011

Giappone, sisma di 6.9  al largo di Fukushima

Torna la paura nella centrale nucleare di Fukushima: un forte sisma di magnitudo 7.4 ha scosso il nordest del Giappone con allerta tsunami. L’Istituto geologico americano ha localizzato l’epicentro a 37 km da Namie, sulla costa orientale. L’ipocentro (il punto nella crosta terrestre in cui si verifica la frattura) è stato localizzato a soli 10 km di profondità.

Il sisma si è verificato, quindi, a 40 chilometri dalla centrale nucleare che l’11 marzo 2011 venne parzialmente distrutta da un terremoto di magnitudo 9 e da uno tsunami devastante. Secondo l’agenzia Kyodo News, però, nell'impianto non sono state registrate anomalie. La rete di Stato Nhk conferma che non è stato registrato neanche alcun incremento delle radiazioni all’esterno della centrale. Il sistema di raffreddamento della piscina dove vengono stoccate le barre di uranio esaurito del terzo reattore si è spento, ma il suo funzionamento è ripreso poco dopo.

Le autorità nipponiche hanno diramato un’allerta tsunami con onde fino ad un massimo di 3 metri e hanno ordinato l’evacuazione delle zone costiere. Alla popolazione che abita lungo la costa è stata consigliato di allontanarsi e spostarsi all’interno in punti più alti sul livello del mare. Due ore dopo il terremoto, sulla costa di Sendai, nella prefettura di Miyagi, si è registrata un'onda anomala di 1,4 metri. È inoltre esploso un incendio - già spento - in un impianto chimico della società Kureah nella città di Iwaku vicino a Fukushima.

Il sisma ha causato solo alcuni feriti leggeri, come riferisce la rete pubblica Nhk. Rientrata anche l'allerta tsunami per onde fino ad un massimo di 3 metri.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento