I "grandi scoop" di Giovanna Botteri e della Rai in Cina

"Striscia La notizia" e "Rai Scoglio 24", con l’inviato (e candidato al cda Rai) Pinuccio, tornano a occuparsi di Giovanna Botteri e dei suoi "imperdibili scoop" da Pechino.

I "grandi scoop" di Giovanna Botteri e della Rai in Cina

Pinuccio e il programma Mediaset Striscia La Notizia "pungolano" Giovanna Botteri e i suoi imperdibili - si fa per dire - "scoop" dalla Cina, dove è stata trasferita dopo aver seguito per anni la politica americana e aver commentato l'inaspettata vittoria di Donald Trump nelle elezioni presidenziali del 2016. La storica inviata della Rai, già corrispondente e inviata speciale da Bosnia, Kosovo, e poi da Iran, Sudafrica e Algeria, oltre che da Afghanistan, dove ha seguito passo per passo la caduta del regime dei talebani, mentre il mondo dibatte sull'origine del Covid e dell'ipotesi laboratorio, ha firmato due servizi piuttosto "leggeri" - per usare un eufemismo - per il Tg1 (andati in onda il 28 e il 29 maggio), finiti nel mirino, durante la puntata di Striscia La notizia di ieri sera, della dissacrante ironia dell'inviato Pinuccio da Rai Scoglio 24. Botteri, infatti, si è resa autrice e protagonista di due servizi che Pinuccio definisce dei veri e propri "scoop".

Il primo riguarda un gruppo turisti, alla ricerca di emozioni forti, mentre sfidano la forza di gravità sul tetto della torre astronomica di Canton, a oltre 600 metri di altezza. L'altro servizio è forse ancora più "memorabile": altra pandemia in arrivo? I nuovi casi di coronavirus in Cina? Certo che no! Si parla, in maniera quasi poetica, dell'arrivo della primavera. "L'arrivo dei primi stormi di uccelli migratori segnala che le tiepidi temperature primaverili hanno ormai conquistato le regioni più settentrionali della Cina. Poi al mattino una nevicata straordinaria, che punisce le azelee sgargianti" spiega la giornalista. Nei giorni scorsi Giovanna Botteri aveva dedicato un servizio sui Mystery Box, ossia le "scatole misteriose" che si acquistano in Cina senza sapere cosa ci troverai dentro.

Come ha ricordato Pinuccio durante il servizio di Striscia La Notizia, tuttavia, in questi giorni si parla purtroppo di altri tipi di mystery box made in China, che purtroppo cercano di aggirare il divieto di commerciare animali vivi. Come scrive La Stampa, infatti, fra le categorie in questione ci sono anche cuccioli di cane, gatto, tartaruga, e tantissimi altri animali che purtroppo non sempre arrivano in vita a destinazione. Un vero e proprio commercio dell'orrore che nel Paese comunista sta prendendo sempre più piede. "Giustamente - ha ironizzato Pinuccio -la Botteri ha deciso di parlare dei giocattoli, che è più importante, dei bambini, dell'unione, in questo Paese che è turistico, un'isola felice. Andiamo a prenotare lì le vacanze in Cina, che si sta bene, qua siamo pieni di problemi. Secondo me Salini ha già prenotato". Insomma, di argomenti sulla Cina ce ne sarebbero a bizzeffe, ma piuttosto che evidenziare le disgrazie del regime comunista meglio parlare dell'arrivo della primavera, no? Magari con la stessa verve con la quale, un tempo, si attaccava l'odiatissimo Donald Trump.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti