India, invita a cena lo stupratore della figlia: lo tortura e lo uccide

La ragazzina era rimasta incinta. Il padre ha bruciato i genitali allo stupratore con le pinze ardenti. Poi lo ha strangolato

Prima ha invitato a cena lo stupratore della figlia 14enne. Poi lo ha torturato fino a togliergli la vita. Per questo un uomo di 36 anni è stato arrestato dalla polizia indiana di New Delhi. La scioccante vicenda è avvenuta sabato sera a Khajuri Khas, un rione del nord est della capitale.

Dopo aver compiuto il delitto l'uomo è andato a costituirsi al commissariato. In mano brandiva ancora la barra di ferro usata per colpire la vittima. Senza farsi alcun problema, ha raccontato tutto agli agenti. L’assassino ha detto di aver invitato a cena il vicino di casa, un commesso viaggiatore di nome Omkar Singh (45 anni) che alcuni mesi prima aveva violentato e messa incinta la figlia quattordicenne. Con la scusa di offrirgli da mangiare lo ha fatto accomodare e lo ha bloccato legandolo alla sedia. Quindi ha iniziato a seviziarlo bruciandogli i genitali con le pinze ardenti fino a fargli perdere i sensi. Infine lo ha strangolato.

"Non intendevo ucciderlo - ha detto alla polizia - ma solo fargliela pagare per quello che aveva fatto a mia figlia". L'uomo ha poi aggiunto di essersi pentito e di aver pianto accanto al cadavere prima di decidere di andare alla polizia per costituirsi. Quando gli agenti sono arrivati nell'appartamento, hanno trovato l’uomo a terra ancora legato mani e piedi. Il cadavere presentava gravi ustioni agli organi sessuali e sul collo erano visibili i segni dello strangolamento.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, la ragazzina sarebbe stata violentata tre mesi mesi fa in un momento in cui era sola a casa. Non aveva detto nulla ai genitori fino a quando una settimana fa ha scoperto di essere incinta e ha confessato l’accaduto. Il padre, che ha altri sei figli, ha preferito tenere l'incidente segreto per paura di distruggere la reputazione della ragazza. Lo stupratore aveva, infatti, minacciato i vicini millantando di "avere conoscenze importanti".

Nonostante le leggi più severe e le proteste popolari, la piaga degli stupri di donne e bambine in India non sembra diminuire. Dopo il caso di Nirbhaya, la studentessa di New Delhi stuprata nel dicembre del 2013 da un branco su un autobus e morta diversi giorni per le atroci sevizie subite, la lista delle violenze sessuali ha continuato a crescere. Purtroppo, la denuncia degli stupri è spesso una fonte di vergogna per le famiglie che, come in questo caso, preferiscono ricorrere a una giustizia "fai-da-te".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

paco51

Mar, 04/11/2014 - 13:20

A uno che ha figlie femmine pensate che vengano le lacrime per quanto accaduto? sicuramente no! Vi assicuro proprio no!

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 04/11/2014 - 13:45

Una volta tanto ammiro una cosa fatta da un indiano!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 04/11/2014 - 13:46

@paco51:mi associo!!

Cormi

Mar, 04/11/2014 - 13:59

Sono padre di una bimba e per la prima volta condivido il comportamento di un padre indiano, solo che io non lo avrei invitato a cena!!

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 04/11/2014 - 14:15

paco52, il suo post è un parecchio strano. Cosa vuol dire ?

bastadestrasinistra

Mar, 04/11/2014 - 14:21

ora mi raccomando si facciano avanti tutti I difensori di caino e tutte le associazioni garantiste. onore al padre. ah se in italia si facesse cosi....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 04/11/2014 - 14:33

ha fatto giustizia.

Luigi Fassone

Mar, 04/11/2014 - 14:46

Sig.Venivici,perchè il commento da lei commentato sarebbe strano ? Io lo interpreto così : al padre,eccetera,non vengono lacrime,viene "lo sciuppun de futta" (Cosi' disse Gilberto Govi...). E io condivido !

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 04/11/2014 - 14:53

Premio Nobel a questo padre!

roberto.morici

Mar, 04/11/2014 - 15:24

Si potrebbe pensare che la cosa strana sia il pentimento del padre dopo la vendetta compiuta?

Massimo Bocci

Mar, 04/11/2014 - 15:33

La vera legge BIBLICA!!! Depurata dall'ipocrisia perbenista...........L'OCCHIO per OCCHIO,DENTE per DENTE, quanto sarebbe migliore il mondo e l'umanità con questa DIVINA LEGGE!!!

Giorgio5819

Mar, 04/11/2014 - 15:51

.azzo, vuoi dire che c'è da imparare anche dagli indiani? Quando inizieremo anche in italia ad applicare questa terapia di recupero?

lento

Mar, 04/11/2014 - 15:51

Chiamatelo pure primitivo .

Domatore

Mar, 04/11/2014 - 16:09

Un buon padre

Poliparo

Mar, 04/11/2014 - 16:11

Bene, quindi il processo sommario con esecuzione immediata della pena non ha suscitato il minimo dubbio, il colpevole era tale e il giudice ha fatto solo il suo dovere. D'altronde mi sa che la difesa non ha avuto molto tempo per preparare il caso. Guarda caso tutti radunati all'ombra di questo giornale, garantista solo quando si tratta di difendere il suo padrone, per il resto basta la parola di (fino a prova contraria) un assassino torturatore per chiudere il caso.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 04/11/2014 - 16:20

Ha fatto bene ! Spero non trovarmi mai nella situazione di doiver affrontare un problema siffatto ma spero tanto avere il coraggio e la capacità d'imitare quel Padre indiano ! C'è un precedente, anche se virtuale, il film con Alberto Sordi "Un borghese piccolo piccolo".

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 04/11/2014 - 16:31

Per come viene amministrata oggi la giustizia in Italia, credo che ciascuno ormai debba applicare il Codice di Hammurabi. A furia di buonismo che premia i peggiori, si è quasi costretti a farsi giustizia da soli o, come alternativa, ricorrere ai servizi della mafia.

rokko

Mar, 04/11/2014 - 16:48

Domatore, un "buon padre" che ora passerà un bel po' di anni in carcere per omicidio, con sei figli da mantenere. Avrei capito se, rivoltosi alla giustizia, questa non gli avesse dato soddisfazione, ma lui nemmeno l'ha cercata.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 04/11/2014 - 17:17

@rokko:non l'ha cercata,perchè sapeva che anche in India,questo tipo di "Caino"(stupratore),ha sempre la meglio su "Abele"... I figli,troveranno una loro strada,sostenuti dall'orgoglio di tanto padre.

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 04/11/2014 - 17:41

Non so perché, ma anche adesso non sono stata pubblicata. Allora riecco : Signor Fassone, non avevo davvero capito paco51! Sono totalmente d'accordo con moshe, Zagovian, Trier, zanzaratigre, Cormi, Morici, bastadestrasinistra, Bocci e lei. E' che hanno omesso di pubblicare il mio primo commento che era ancora più feroce. Valeria Vernon

carpa1

Mar, 04/11/2014 - 17:44

Ci sono comportamenti che sono scritti nel DNA della razza umana. Quando lo stato abdica alla sua funzione di difesa dei cittadini contro i violenti, sanzionando a dovere questi ultimi, poi non ci si lamenti se avvengono di queste giustizie sommarie. In ogni caso il tizio ormai non può nuocere più a nessuno; rimane il rammarico che a pagarne le conseguenze rimangano comunque la figlia e suo padre che non sono stati adeguatamente protetti da una giustizia indiana che giusta proprio non è (non rallegriamoci, perchè la similitudine con la nostra ci sta a pennello).

Giampaolo Ferrari

Mar, 04/11/2014 - 18:12

Se dovesse succedermi una cosa del genere lo metto nel Freezer vivo e lo cucino un pezzo alla volta per il mio cane.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 04/11/2014 - 18:35

Beh basterebbe applicare la Sharja: Taglio della testa 7 volte per gli stupratori!

Paul Bearer

Mar, 04/11/2014 - 18:36

La tortura no ma la pena di morte per gli stupratori mi sembra adeguata.

Ritratto di sempreforzasilvio#

sempreforzasilvio#

Mar, 04/11/2014 - 19:36

GIUSTIZIALISTI Indiani! Questo PADRE CRIMINALE avrebbe per lo meno dovuto aspettare la Cassazione. Quella povera vittima era innocente fino a verdetto di Cassazione. HA TORTURATO UN INNOCENTE!

mila

Mer, 05/11/2014 - 02:55

@ Omar El Mukhtar -Veramente, a quanto si sa, in certi Paesi islamici, se una ragazza o donna viene stuprata, viene condannata lei, invece dello stupratore. Quindi, sara' stato un po' crudele, ma e' meglio il comportamento dell'Indiano.

Luigi Fassone

Mer, 05/11/2014 - 12:10

Sig.Omar,un tantino esagerati,quelli della Shariah : SETTE volte ! Hanno proprio tempo da perdere...! Che fa,conferma ?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 23/03/2015 - 21:22

È da un pezzo che gli italiani hanno gli zebedei "volatilizzati" ad aspettare le soluzioni drastiche utili al decoro del vivere sociale ... leggetevi la cronaca ricca di spunti.