Israele appoggia Putin: "Giocatore chiave in Siria"

Una fonte dell'esercito israeliano commenta così le tensioni tra Ankara e Mosca: "Il nostro approccio è 'vivi e lascia vivere'. La Russia non è il nemico, al contrario"

Israele appoggia Putin: "Giocatore chiave in Siria"

Dopo l'abbattimento del jet russo, Putin ha un nuovo e potente alleato in Medio Oriente: Israele. Un alto ufficiale dello Stato ebraico, riferendosi all’attuale situazione di crisi tra Ankara e Mosca, ha affermato che Israele non entrerà in azione se caccia russi dovessero entrare nel suo spazio aereo, ad esempio sul Golan, e che tra i due Paesi c’è coordinamento. "I russi sono qui - ha spiegato, citato dai media - e sono un giocatore chiave che non può essere ignorato. Il nostro approccio è 'vivi e lascia vivere'. La Russia non è il nemico, al contrario".

Una posizione controcorrente in quanto tra gli alleati della Russia in Siria ci sono anche Iran e Hezbollah, da sempre nemici dello Stato ebraico. Una scelta che, però, mostra come si stia cercando da più parti di mantenere i toni bassi per evitare escalation in Medio Oriente.

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.