Mondo

Jihadisti e signori della guerra, in Somalia va in scena la guerra infinita

Nel sud della Somalia continuano i combattimenti contro gli jihadisti, nel centro nord del Paese invece è scoppiato un nuovo conflitto tra le milizie delle regioni del Puntland e del Galmudug

Jihadisti e signori della guerra, in Somalia va in scena la guerra infinita

''Io e la Somalia contro il mondo, io e il mio Clan contro la Somalia, io e la mia Famiglia contro il mio Clan, io e mio Fratello contro il mio Clan, io contro mio Fratello, io contro il Mondo!''. Questo che è un proverbio somalo, oggi sembra però essere anche una chiave di lettura geopolitica per comprendere quanto sta succedendo nel Paese del Corno d'Africa, dove non solo imperversa la guerra tra le forze dell'Unione Africana contro gli jihadisti di Al Shabaab, ma nuovi focolai di guerra stanno divampando e l'ultimo è quello esploso tra i soldati della regione del Puntland e quelli del Galmudug. Le violenze sono divampate il 22 novembre quando i miliziani del Galmudug hanno aperto il fuoco contro degli operai, che stavano lavorando alla costruzione di una strada nella città di Galkayo. Il capoluogo della regione di Mudug è diviso infatti in due aree, una sotto controllo del Puntland e una del Galmudug, ed è in questa città che da oltre dieci giorni stanno andando in scena combattimenti, anche con artiglieria pesante, tra le milizie delle due regioni. Stando a quanto riportato dalla stampa locale, i morti sarebbero più di 30, mentre il numero di persone che sono state costrette a lasciare le proprie abitazioni ammonterebbe già a diverse decine di migliaia.

Ma se questo è ciò che avviene nell'area centro settentrionale del Paese, a Mogadiscio invece proseguono gli attentati di matrice islamista. L'ultima azione compiuta dagli jihadisti di Al Shabaab ha coinvolto la giornalista somala Hindia Haji Mohamed della radiotelevisione nazionale Sntv, perita a causa dell'esplosione della sua vettura sulla quale era stata collocata una bomba.

E non è la sola notizia riguardante i ribelli jihadisti pervenuta nelle ultime ore, l'esercito somalo e le truppe Amisom hanno infatti reso nota la cattura di Moallim Hundo, uno dei leader dell'organizzazione qaedista. E intanto proseguono i raid aerei statunitensi nel Paese, l'ultimo è avvenuto nella città di Kunnyo Barrow a 300 chilometri a sud della capitale.

Commenti