Altro scandalo a Corte: in manette per droga una guardia di Elisabetta

Da Londra arriva la notizia dell'arresto per droga a una delle guardie del corpo della Regina Elisabetta. Continua così l'anno nero per la sovrana

Questo 2020 sarà ricordato come l’anno più difficile per la famiglia reale inglese. Nonostante le difficoltà, la Regina Elisabetta sta affrontando i problemi con una grande forza d’animo. Ora però tra le mura di palazzo, oltre ai problemi intimi e personali di una famiglia sull’orlo del baratro, serpeggia anche lo spettro della droga. E l’ultimo scoop lo rivela il Sun, in una news che è stata pubblicata nel corso delle ultime ore. L’ennesimo problema si è abbattuto come un vero tornado nella vita di Elisabetta, proprio adesso che stava prendendo un po’ di respiro dopo un lungo periodo di isolamento forzato a causa del virus.

Il tabloid rivela che in uno alloggio della guardia del corpo di Elisabetta pare che siano state trovate 9 bustine di droga tra ketamina e cocaina. L’indagine avrebbe preso forma nel corso delle ultime settimane, dopo che nei bagni riservati alle guardie di Saint James Palace, sarebbero state trovate alcune tracce di polvere bianca. Le autorità avrebbero arrestato l’uomo proprio nel corso della giornata di venerdì 31 luglio. La droga sarebbe stata trovata anche nell’auto nell’uomo e non solo nel suo alloggio.

"È stato un soldato a rivelare dove era nascosta la droga – ha rivelato il magazine inglese -. Era in una scatola dove abitualmente ci sono lucidi, panni e spazzole per far brillare le uniformi", afferma il giornalista che ha riportato lo scoop. La guarda del corpo di Elisabetta avrebbe appena 19 anni e sarebbe stata immediatamente arrestata e sarebbe stato sollevata da tutti i suoi incarichi. Le indagini sono ancora in corso ma, secondo le voci, si attenderebbe solo l’accusa formale da parte della polizia. In tutto questo frangente, la regina Elisabetta non avrebbe inviato nessuna comunicazione ufficiale su quanto accaduto. Anzi, avrebbe lasciato campo libero alla polizia di procedere nelle indagini.

E questo arresto per droga si va ad aggiungere a tutta una serie di problemi che ha colpito duramente il regno di Elisabetta e la sua vita da regnante in questo turbolento 2020. Tutto è cominciato a gennaio con la Megxit, di cui ancora oggi si contano i danni, senza dimenticare il divorzio del nipote Peter Phillips, e il caso Epstein che ha colpito duramente l’immagine della Corona. E ora anche l’arresto di una delle bodyguard. Un 2020 nero come la pece, eppure Elisabetta non si è smossa. Resta ancora oggi il membro della royal family più amata dal popolo inglese.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.