A Dover le ronde antimigranti: "Impediamo gli sbarchi da Calais"

Paul Golding, leader di Britain First, spiega che le spiagge della città costiera verrano pattugliate giorno e notte "perchè l'invasione da Calais sta andando fuori controllo"

A Dover le ronde antimigranti: "Impediamo gli sbarchi da Calais"

Vogliono fermare l’arrivo dei migranti sulle coste britanniche. Britain First, organizzazione politica di estrema destra è decisa nel suo intento.

Come riportato dalla Stampa, il leader del partito Paul Golding sottolinea in un video che le spiagge di Dover verranno pattugliate giorno e notte per impedire ulteriori sbarchi dei migranti provenienti da Calais, in Francia. Secondo Golding, “questa invasione sta andando fuori controllo”. E infatti le traversate della Manica hanno subito un incremento anche se i numeri del Regno Unito non sono paragonabili con quelli italiani. Stando ai dati, quest’anno sarebbero arrivate 1.200 persone su imbarcazioni di fortuna, spesso condotte da trafficanti di esseri umani.

Golding evidenzia che “se qualcuno dei migranti di Calais proverà a entrare nel nostro bellissimo Paese lo intercetteremo e glielo impediremo” e va all’attacco della Guardia costiera britannica definendola “inetta e inefficiente”.

L'associazione umanitaria Care4calais ha espresso la sua preoccupazione per questa iniziativa precisando che “quando uomini, donne e bambini profondamente traumatizzati arrivano sulle nostre coste hanno spesso bisogno di cure mediche e dovrebbero essere accolti da professionisti”.

Le ronde di Britain First, conosciuto per la sua propaganda anti islamica, si inseriscono in un contesto dove stanno aumentando gli episodi di intolleranza verso le minoranze etniche. Basti pensare che nel biennio 2017/18 la polizia ha registrato più di 96 mila crimini di odio in Inghilterra e Galles, numeri più che raddoppiati rispetto a 5 anni prima.

Commenti