"Letture": alcuni libri consigliati dalla Cina

La rubrica "Letture" propone una serie di libri per capire il mondo seguendo il punto di vista cinese

Di seguito una serie di libri e letture per capire e analizzare il mondo seguendo un punto di vista diverso dal solito.

"Risciò" di Lao She

Negli anni '20 del XX secolo, un giovane di nome Xiangzi arrivò a Pechino da un povero villaggio rurale. Esponente di una sottoclasse sociale, laborioso, forte, semplice e caparbio, con il sogno di fare fortuna attraverso il suo duro lavoro, si dedicò alla mansione di tiratore di risciò in maniera quasi ossessiva, con l’intenzione di comprare un risciò tutto suo. Con diligenza e perseveranza trascorse tre anni vivendo in modo frugale e alla fine realizzò il suo sogno diventando un tiratore di risciò autonomo di “prima classe”. Tuttavia la situazione turbolenta che contraddistinse il Periodo dei Signori della guerra gli tolse ogni possibile illusione: dopo meno di sei mesi venne arruolato a forza e nel caos della guerra perse il risciò, riuscendo a riportare indietro solo tre cammelli. Xiangzi non si scoraggiò, con ostinazione ricominciò da zero, risparmiando con ancor maggiore attenzione. Questa volta, prima ancora di riuscire a ricomprare il risciò, tutti i suoi risparmi furono saccheggiati dalla polizia segreta e nuovamente suo sogno svanì, come una bolla di sapone. Ma riuscì comunque a tirare di nuovo un proprio risciò, comprato però al costo di aver sposato Huniu, impetuosa e non giovanissima figlia del padrone della società di noleggio dei risciò. I bei tempi non durarono però, Huniu morì di parto e questa volta Xiangzi perse sia la moglie che il risciò. Dato che il destino lo prendeva in giro, Xiangzi cominciò a dedicarsi ad una vita depravata, dedita all’alcol e al gioco. Tradendo per soldi chi gli era attorno Xiangzi degenerò completamente, diventando un reietto della città e trasformandosi quasi in un morto vivente, privato anche dell’anima. Pubblicato nel 1937, il libro fu tradotto per la prima volta in italiano nel 1948. Attraverso il personaggio di Xiangzi l’autore vuole descrivere la pressione irragionevole del sistema sociale sullo spazio vitale dei lavoratori delle classi umili. Un altro personaggio che emerge è Huniu, la cui miserabile e tragica sorte impressiona sempre profondamente i lettori. Lao She fonde i metodi narrativi tradizionali cinesi con la descrizione psicologica propria della letteratura straniera, ed è riuscito a rendere Xiangzi e Huniu personaggi ben noti e familiari ai cinesi.

"Qui, la Cina" di Insititute for planets / The China Society on Tibet Plateau

Il vasto territorio della Cina è colmo di storie e di paesaggi. Con bellissime fotografie, mappe dettagliate e testi appassionanti, questo volume descrive le montagne e i fiumi del paese, permettendoci di godere di una vera e propria festa degli occhi mentre impariamo a conoscere passato, presente e futuro della Cina.

"Testimone. I settant’anni di un contadino nella nuova Cina"

Questo testo è il viaggio della memoria di Luo Xuechang, un contadino della città di Jiande, nella provincia del Zhejiang, e nella realtà si tratta di una compilazione ad opera congiuntamente di studiosi cinesi e giapponesi. Il libro documenta le esperienze di vita di Luo Xuechang per oltre 70 anni, illustrando simultaneamente la grande storia della Repubblica Popolare Cinese degli ultimi 70 anni, per come l’ha potuta vivere un comune agricoltore: un’interazione tra il suo destino personale e i cambiamenti dei tempi. La storia di tutte le persone comuni e delle loro famiglie, che crescono e condividono il proprio destino con la Repubblica, è racchiusa e narrata dentro la storia personale di un semplice contadino negli anni della nuova Cina.

"Biografia degli assassini" di Zheng Wen

Biografia degli assassiniè il fedele adattamento a fumetti dell’omonimo capitolo dello Shiji (Le Memorie storiche, celebre testo
di storiografia cinese). Zheng Wen ha “dipinto” i fumetti nel tradizionale stile della pittura a inchiostro cinese. Essi comprendono le storie eroiche di Cao Mo, Yu Rang, Zhuan Zhu, Nie Zheng e Jing Ke (i cinque famosi assassini del Periodo delle Primavere e Autunni e del Periodo degli Stati Combattenti).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.