Licenziamento cappellano, guerra di religione al Congresso Usa

Lo speaker della Camera, Paul Ryan, ha fatto marcia indietro sulla decisione di licenziare il cappellano della Camera, il cattolico Patrick Conroy, vicenda diventata un imbarazzante caso politico

Negli Stati Uniti c'è un singolare episodio che fa tornare alla mente le guerre di religione. Vediamo di cosa si tratta: lo speaker della Camera, il repubblicano Paul Ryan, ha chiesto al cappellano dell'assemblea da lui diretta di dimettersi. Il prete, il gesuita Patrick Conroy, ha accettato e si è fatto da parte, poi però ci ha ripensato ed ha chiesto di continuare a seguire spiritualmente i parlamentari fino alla fine del suo mandato, quest'anno.

Ovviamente sono scoppiate le polemiche, e non poteva essere altrimenti. Molti rimproverano a Ryan di aver ceduto alle pressioni della destra evangelica, pur essendo un fervente cattolico. Lo speaker, infatti, aveva sottolineato l’importanza dell’alternanza, permettendo alla Camera di avere un cappellano non cattolico dopo diversi anni.

Ulteriore benzina sul fuoco l'ha gettata il deputato repubblicano della Carolina del Nord, Mark Walker, pastore battista, che ha sottolineato l’importanza di avere un cappellano con moglie e figli (dunque protestante), in grado quindi di capire meglio i bisogni dei membri della Camera.

Tra i difensori del cappellano cattolico c’è anche chi sospetta che la decisione di Ryan sia stata dettata anche da aklcune preghiere fatte in aula dal prete, giudicate troppo orientate a sinistra. La leader della minoranza democratica alla Camera, Nancy Pelosi, anche lei cattolica, si è detta contraria alle dimissioni. Ryan fa sapere che la prossima settimana incontrerà il cappellano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di nutella59

nutella59

Ven, 04/05/2018 - 23:47

Dio protegga l'America da codeste sanguisughe che non si sposano e non fanno figli, poi molestano i ragazzini; non hanno la minima idea di che cosa sia avere una famiglia, ma poi pretendono d'insegnare corsi pre-matrimoniali. Come sta chiaramente scritto in I Timoteo 3: 5 "perché se uno non sa dirigere la propria famiglia, come potrà aver cura della Chiesa di Dio?"... MA codesti neppure i vangeli seguono... Se c'è un'istituzione da sempre retrograda e mendace è la Chiesa Cattolica.

HappyFuture

Sab, 05/05/2018 - 08:35

Prima cosa da dire è Paul Ryan ha deciso di abbandonare la politica. Paul Ryan si dimette da Speaker of the House. E il motivo è che la condotta del Presidente non è proprio nello "stile" comprensibile di Paul Ryan. Il fatto che abbia licenziato il Cappellano Gesuita trova la motivazione che Paul sarà ricordato per aver aiutato i ricchi a ricevere il taglio delle tasse voluto da Trump. E questo mentre il gesuita Patrick Conroy in un intervento/Preghiera aveva esortato Dio ad illuminare la mente dei Parlamentare a non aiutare i ricchi a discapito dei poveri. Le cose bisogna dirle tutte.

HappyFuture

Sab, 05/05/2018 - 09:47

L'articolo non riguarda la morale DELLA CHIESA. Riguarda la cacciata di un Cappellano, in un Congresso che sente il bisogno di Pregare, con un Cappellano. CHI E' IL CAPPELLANO DEL PARLAMENTO ITALIANO?