Profezia del predicatore: "Coronavirus e locuste segni della fine del mondo"

Lo studioso biblico Melvin Sandelin ha esortato chi lo segue a "non temere", sostenendo che l'epidemia è solo uno dei segni che dimostrano l'avvicinarsi del ritorno di Gesù

Profezia del predicatore: "Coronavirus e locuste segni della fine del mondo"

In Cina, il bilancio dei morti per l'epidemia da coronavirus ha superato i 2mila, in Africa arrivano enormi sciami di locuste, mentre l'Iran e gli Stati Uniti sono ai ferri corti. Ma, per lo studioso biblico Melvin Sandelin si tratta di normali segni, che indicano l'imminente ritorno di Gesù. Ed esorta gli spettatori del suo canale YouTube, Christian Life, a non temere.

Sandelin spiega che la nuova epidemia è solamente "uno degli esempi", che dimostrano il compimento della profezia della fine del mondo. "Sappiamo dalle profezie bibliche che il mondo finirà quando Gesù tornerà- dice nel video-Quando vediamo aumentare questi segni, sappiamo che ci stiamo avvicinando a quel momento". A parlare della fine del mondo nella Bibbia è il Vangelo di Matteo, che riporta le parole di Gesù ai discepoli: "Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi, è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi".

Quindi, secondo il predicatore, le malattie, le guerre e le epidemie sono solamete il segno che si stanno adempiendo le parole di Cristo che, più di 2mila anni fa, aveva predetto gli avvenimenti che si stanno verificando nel mondo. E rassicura: "Mentre il mondo intero viene risucchiato da questa paura per il coronavirus, Gesù ha detto 'non temere'", aggiungendo che queste sono cose che devono accadere perché si compia la profezia, che avvicina di più il mondo al ritorno del Signore.

E anche le locuste che hanno invaso l'Africa sarebbero da considerare come un segno. Gli esperti temono che lo sciame possa aumentare le sue dimensioni e diffondersi in altre parti del continente, fino ad arrivare a minacciare il Medio Oriente. Immagini che ricordano una pagina del Libro dell'Esodo, nell'antico testamento, quando Dio manda le 7 piaghe sull'Egitto, per permettere la fuga degli israeliti. "Così Mosè stese il suo bastone sull'Egitto e il Signore fece soffiare un vento orientale attraverso la terra tutto quel giorno e tutta quella notte- si legge nella Bibbia-Di mattina il vento aveva portato le locuste, hanno invaso tutto l'Egitto e si sono stabiliti in ogni area del paese in gran numero".

Locuste, epidemie e guerre sarebbero tutti, a detta dello studioso biblico, solamente dei segni che "devono compiersi", perché si avverino le profezie contenute nei testi sacri, che precedono il ritorno di Gesù sulla terra.