Onu approva il Global Compact sui rifugiati. Anche l'Italia vota a favore

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato il documento a larghissima maggioranza. Solo due i Paesi contrari: Stati Uniti e Ungheria

Onu approva il Global Compact sui rifugiati. Anche l'Italia vota a favore

C'è un altro Global Compact che in questi giorni è passato al vaglio della comunità internazionale: quello sui rifugiati. E oggi, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite lo ha approvato a larga maggioranza. Sono solo due i Paesi che hanno respinto l'accordo internazionale: Stati Uniti e Ungheria. Tre gli Stati che sino astenuti. L'Italia, che non ha voluto adottare il Global Compact sui migranti, ha invece votato a favore di quest'altro documento internazionale.

L'atto approvato dall'Assemblea Generale Onu pone una serie di obiettivi, fra i quali spiccano il miglior accesso ad assistenza sanitaria e istruzione per i rifugiati nei Paesi d'approdo. Come il Global Compact sui migranti firmato a Marrakech, anche il documento approvato oggi dall'organo Onu non è legalmente vincolante.

L'atto serve a offrire una cornice giuridica e politica comune a tutti gli Stati del mondo per la gestione dell'accoglienza dei rifugiati. Nel documento approvato non sono previste quote di accoglienza per i singoli Paesi. Ma, anche in questo caso, il dubbio rimane: se non è vincolante, perché firmarlo? Dubbi che avevano alimentato il "no" della Lega in seno al governo italiano per il Global Compact sui migranti, ma che invece non sembrano aver interessato su quello per i rifugiati.

Ed effettivamente, l'accordo sui rifugiati ha attirato molto meno le attenzioni dei media e anche quelle dei politici. Mentre il Global Compact su migranti è stato bocciato da diversi Paesi, alcuni decidendo di posticipare il voto, altri decidendo di non approvarlo, come ha fatto anche l'Italia, quello sui rifugiati non ha avuto lo stesso peso. Coerenti, in questo senso, solo gli Stati Uniti di Donald Trump e l'Ungheria di Viktor Orban, che hanno deciso di non approvare entrambi i documenti delle Nazioni Unite.

Commenti

Grazie per il tuo commento