Il premier indiano Modi: "Lo yoga è uno scudo immunitario contro il Covid"

Pur esaltando le proprietà salutari dello yoga, Modi ha raccomandato ai suoi connazionali di non uscire di casa per evitare contagi

Il premier indiano Modi: "Lo yoga è  uno scudo immunitario contro il Covid"

Il primo ministro indiano Narendra Modi ha indicato lo yoga come uno strumento in grado di “rafforzare le difese immunitarie” contro il coronavirus. A detta del premier, tale disciplina sarebbe infatti un vero e proprio “scudo” contro il Covid. L’esaltazione della pratica orientale in questione è stata fatta dal leader di Nuova Delhi in un video realizzato giovedì per celebrare la sesta Giornata Internazionale dello Yoga, che si terrà domenica 21 giugno.

Nel clip di presentazione dell’evento, riporta l’Ansa, il capo del governo del subcontinente rimarca appunto che lo yoga aiuterebbe a “rafforzare lo scudo immunitario contro il coronavirus”.

Ad avviso di Modi, il segreto salutare della disciplina citata consisterebbe nella sua “azione benefica multidimensionale”, ossia nella proprietà di stimolare l’organismo a 360 gradi.

Nel dettaglio, il primo ministro ha evidenziato: “Per la sua benefica azione multidimensionale, che agisce a livello mentale, fisico e psicologico, la pratica costante dello yoga si rivela strumento fondamentale nei momenti in cui ci è richiesto di affrontare sfide più impegnative del solito”.

Pur enfatizzando le qualità salutari della disciplina orientale, lo stesso premier ci ha tenuto a raccomandare ai suoi connazionali di continuare a osservare il distanziamento interpersonale anti-contagio.

Egli, in particolare, ha consigliato agli indiani di festeggiare l’imminente evento dedicato allo yoga stando chiusi nelle loro abitazioni: “Quest'anno vi invito tutti a celebrare la giornata all'interno, ciascuno nella propria casa, per evitare il rischio di contagio da coronavirus”.

Nel medesimo video, fa sapere Hindustan Times, Modi ha dichiarato che, nella strategia sanitaria nazionale post-Covid, lo yoga rivestirà un ruolo centrale nell’ambito della “medicina di prevenzione”, soprattutto per quanto attiene alla prevenzione delle malattie legate allo stress e all’ansia, acuite dalla psicosi del morbo.

Commenti