Al Shabab torna a colpire in Somalia, ucciso un governatore di Mudug

A una settimana esatta dalla liberazione di Silvia Romano, in seguito a un riscatto milionario pagato ad al Shabab, i jihadisti tornano a uccidere nel nord del Paese

Al Shabab torna a colpire in Somalia, ucciso un governatore di Mudug

Il governatore della regione semiautonoma somala di Mudug è stato ucciso assieme a tre guardie del corpo nella zona nord della città di Galkayo. L'attentato è stato rivendicato dal gruppo qaedista "Al Shabab" attraverso una dichiarazione pubblicata su un sito jihadista: "Il governatore dell'amministrazione apostata della regione di Mudug è stato ucciso oggi a Galkayo grazie all'operazione di un martire."

Secondo testimonianze locali, l'attentatore era a bordo di un taxi-scooter imbottito di esplosivo e si è schiantato contro l'auto del governatore Ahmed Muse Nur facendo così detonare l'ordigno. Vi sarebbero inoltre altre vittime tra i civili, ma il bilancio ufficiale non è ancora stato reso noto. Sul luogo dell'attentato sono sopraggiunti militari somali ed è in corso una caccia all'uomo per individuare gli organizzatori. Nur era governatore di Mudug dal maggio del 2019 e questo è il secondo attentato nei confronti di un rappresentante governativo in meno di un anno; lo scorso marzo infatti era stato ucciso Abdisalam Hassan Hersi governatore della limitrofa regione di Nagaal, con un attacco del tutto simile, perpetrato nei pressi di una stazione di polizia. Anche in quell'occasione l'attentato era stato rivendicato da "al Shabab".

Giovedì scorso i qaedisti avevano inoltre provato ad attaccare la base militare di Balikhadar, situata tra Bosaso e Galgala, scatenando così una battaglia che aveva lasciato a terra tre jihadisti e un militare. L'esercito aveva inoltre rinvenuto diversi ordigni esplosivi a Bosaso, arrestando diversi individui sospettati di essere legati all'organizzazione terroristica.

L'attentato di oggi a Mudug che ha causato la morte del governatore è stato perpetrato a una settimana esatta dalla liberazione di Silvia Romano, liberazione avvenuta in seguito a un riscatto milionario pagato ad al Shabab.

Commenti