Siria, duello nei cieli: jet russo in Turchia

L’incidente fa temere un’escalation di tensione nella regione derivante dall’intervento armato della Russia in Siria, iniziato il 30 settembre scorso su richiesta di Assad per combattere lo Stato Islamico. I russi: "Sconfinamento dovuto al maltempo"

Siria, duello nei cieli: jet russo in Turchia

Almeno tremila militanti dell’Isis e dei gruppi jihadisti Jabhat Al-Nusra e Jaish al-Yarmouk sono fuggiti dalla Siria in Giordania nel timore dell’avanzata dell’esercito siriano su tutti i fronti e dei raid aerei russi: lo ha reso noto Ria Novosti citando una fonte militare. Intanto circa 160 militanti jihadisti sono rimasti presumibilmente uccisi ieri durante un attacco dell’ esercito siriano nella provincia di Deir Ezzor mentre almeno altri 17 sono morti in un attacco a Homs e Palmira, sostiene una fonte militare russa da Latakia (dove c’è una base aerea russa). Ma nelle operazioni russe in Siria spunta una crisi diplomatica con la Turchia. Jet turchi hanno intercettato un aereo militare russo che, di ritorno da un bombardamento in Siria, è entrato per otto chilometri in territorio turco della Turchia violando il suo spazio aereo. Il velivolo è rientrato in Siria prima che i jet turchi potessero attaccarlo. Lo rende noto il ministero degli Esteri turco, precisando che i fatti risalgono al 3 ottobre.

L’incidente fa temere un’escalation di tensione nella regione derivante dall’intervento armato della Russia in Siria, iniziato il 30 settembre scorso su richiesta del presidente Bashar al-Assad per combattere lo Stato Islamico (Is) e fortemente criticato da Ankara. Dal giugno del 2012 la Turchia ha creato una zona cuscinetto con la Siria dopo che un missile dell’aviazione di Damasco aveva abbattuto un aereo militare turco entrato nello spazio aereo siriano. La violazione dello spazio aereo della Turchia da parte della Russia è "inaccettabile". Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, in un comunicato. "Invito la Russia a rispettare pienamente lo spazio aereo della Nato e a evitare di incrementare le tensioni con l'Alleanza", ha scritto Stoltenberg nel suo comunicato. La Nato chiede alla Russia "l’immediata cessazione degli attacchi contro l’opposizione siriana ed i civili" ed esprime "forte protesta" e "condanna" per la violazione dello spazio aereo turco e dell’Alleanza. È la dichiarazione del Consiglio Atlantico straordinario che parla di "estrema pericolosità di un tale comportamento".

Il ministero della Difesa di Mosca respinge "ogni teoria cospirazionista" e afferma che sono state le "condizioni meteo avverse" a causare lo sconfinamento del caccia russo nello spazio aereo turco.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti