"Siamo incinte insieme". Ma uccide la sua amica per rubarle la neonata

Magen Rose Fieramusca è finita dietro le sbarre con l'accusa di rapimento e occultamento di cadavere, ma la sua posizione potrebbe presto aggravarsi. L'accusa ritiene che la donna abbia strangolato la propria migliore amica per potersi impossessare della sua bambina appena nata

Una storia a dir poco scioccante quella che arriva dagli Stati Uniti, dove una donna è ora sospettata di aver ucciso la migliore amica per impossessarsi della sua bambina, nata da pochi giorni, e farla passare come propria.

Il fatto, secondo quanto riferito dalla stampa estera, si è verificato nella città di Houston, in Texas (Stati Uniti). A finire dietro le sbarre con l'accusa di occultamento di cadavere e rapimento, è la 33enne Magen Rose Fieramusca, conosciuta anche come Maygen Humphrey.

Stando all'accusa, la donna avrebbe preso parte, se non direttamente ucciso, la propria migliore amica, Heidi Broussard (33 anni). Quest'ultima, era da poco divenuta madre di una bambina, la piccola Margot Carey.

A rendere, se possibile, ancor più inquietante l'intera storia, il fatto che la Fieramusca abbia finto per tutta la durata della gravidanza dell'amica di trovarsi a sua volta in stato interessante.

La vicenda ha avuto inizio lo scorso 12 dicembre, quando Heidi Broussard e la figlia Margot sono state date per disperse. Alcuni giorni dopo, per la precisione il 20 dicembre, la tragica scoperta del cadavere della 33enne, rinvenuto all'interno del bagagliaio di un'auto.

La piccola Margot, invece, è stata successivamente trovata proprio a casa di Magen Fieramusca, subito finita al centro delle indagini.

A dir poco angosciante il quadro ricostruito dagli inquirenti. Magen e la vittima erano amiche fin da bambine. Quando Heidi aveva dato la notizia di essere in dolce attesa, Magen dichiarò a sua volta di aspettare un bambino, raccontando all'altra che avrebbe partorito pochi giorni dopo di lei. Il giorno del parto (26 novembre), Magen aveva raggiunto l'amica ad Austin (Texas) per assisterla durante le durissime fasi del travaglio ed era rimasta con lei fino alla nascita di Margot. In seguito la 33enne era stata ospitata da Heidi ed il suo compagno Shane Carey nella loro casa, ed in questa occasione, secondo gli investigatori, sarebbe entrata in possesso di un mazzo di chiavi dell'abitazione.

Quindi il rapimento, avvenuto il 12 dicembre. Ad incastrare Magen Fieramusca la testimonianza di una vicina dei coniugi Carey, che ha raccontato di aver visto Heidi uscire di casa con la neonata per dirigersi verso un'auto guidata da un'altra donna.

Successivamente gli inquirenti hanno avuto modo di parlare con l'ex fidanzato di Magen, che viveva ancora con la 33enne. L'uomo, tale Christopher Green, ha raccontato agli agenti che Fieramusca gli aveva mostrato la piccola Margot, dicendogli che lei era rimasta incinta e che quella era la loro bambina. Il parto, stando al racconto della 33enne, era avvenuto quando lei si trovava fuori città, in visita da un cugino. Da qui la scoperta del corpo, rinvenuto chiuso in una sacca all'interno del bagagliaio di un'auto posteggiata vicino alla casa di Fieramusca. L'odore della decomposizione, spiegano gli agenti, era fortissimo. Dall'autopsia è emerso che Heidi era stata uccisa mediante strangolamento.

Al momento non è stata ancora formulata alcuna accusa di omicidio. Dichiarata in arresto, Magen è attualmente accusata di rapimento ed occultamento di cadavere, ma la sua posizione potrebbe presto aggravarsi. La donna si trova detenuta in carcere, dove attende la prima data del processo, programmato per il prossimo 3 febbraio. La sua cauzione è fissata a 600mila dollari.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

alox

Mar, 07/01/2020 - 20:42

...sembra una Russa!