Trump duro con i clandestini? Obama ne ha espulsi 2,5 milioni

Trump annuncia: "Caccerò via 3 milioni di clandestini". La sinistra si indigna. Ma lo ha fatto anche Obama. E nessuno ha mai detto nulla

Trump duro con i clandestini?  Obama ne ha espulsi 2,5 milioni

La sinistra insorge. Tuona - ancora una volta - contro Donald Trump. A fare infuriare benpensanti e progressisti è stata l'intervista a 60 minutes della Cbs in cui il neo presidente degli Stati Uniti ha confermato il pugno duro contro gli immigrati clandestini. Ha promesso che ne caccerà due-tre milioni. E, mentre i democrat si stracciano le vesti, il professor Niels W. Franzen, direttore di "Imigration clinic" della University of South Carolina, smonta il teorena del repubblicano "brutto e cattivo". "la presidenza Obama è stata una delle più severe in questo senso - spiega alla Stampa - con oltre 2,5 milioni di deportati dal 2009 al 2015".

"Quello che faremo è buttare fuori dal Paese o incarcerare le persone che sono criminali o hanno precedenti criminali, membri di gang, trafficanti di droga". Il provvedimento, annunciato in campagna elettorale e confgermato ieri sera ai microfoni della Cbs, colpirà "due o tre milioni" di immigrati che risiedono clandestinamente negli Stati Uniti, ma non sarà la sola misura che verrà adottata da Trump. Verrà poi rafforzata la barriera anti immigrati, che divide gli Stati Uniti dal Messico, con alcune parti in muratura e altre in recinzione. "In alcune aree il muro è più appropriato - spiega il neo inquilino della Casa Bianca - sono molto bravo in questo, vale a dire nelle costruzioni, ci possono essere alcune recinzioni".

I progressisti hanno subito storto il naso. Peccato che in tema di immigrazione non dicano come le cose stanno veramente. Innanzitutto il muro tra gli Stati Uniti e il Messico non è stato costruito dai repubblicani, ma da Bill Clinton nel 1994. In secondo luogo, nemmeno Obama premio Nobel per la Pace è mai stato tanto tenero con i clandestini. "Gli Stati Uniti - spiega Franzen sulla Stampa - attualmente deportano tra i 300 e i 400mila clandestini ogni anno, la presidenza Obama è stata una delle più severe in questo senso con oltre 2,5 milioni di deportati dal 2009 al 2015. Al netto di coloro che sono stati fermati al confine. Quindi i meccanismi sono già oliati da un punto di vista tecnico".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento