Trump: "L'intelligence dà illegalmente informazioni ai media"

Il presidente Usa attacca duramente il New York Times e il Washington Post. E prende di mira chi passa loro "falsi scoop". Intanto il segretario alla Difesa, James Mattis, asscura pieno sostegno alla Nato

Esplode l'ira di Donald Trump. Prima di tutto contro il New York Times. "Questa assurdità del legame con la Russia - scrive su Twitter - è solo un tentativo di coprire i molti errori della campagna elettorale perdente di Hillary Clinton".

Il presidente non ha per nulla gradito il servizio del New York Times secondo cui il suo staff avrebbe avuto costanti contatti con i funzionari dell'intelligence russa prima delle elezioni. E così risponde per le rime.

Poi prosegue attaccando, oltre al Nyt, anche un altro giornale. "Le informazioni vengono date illegalmente ai fallimentari New York Times e Washington Post dalla comunità dell'intelligence (Nsa e Fbi?). Proprio come la Russia".

In un altro tweet Trump torna sul tema dei rapporti con Mosca. "La Crimea è stata presa dalla Russia durante l'amministrazione Obama. Obama è stato troppo morbido con la
Russia?".

Intanto il segretario alla Difesa Usa, James Mattis, rassicura la Nato: "L'Alleanza continua a essere la base fondamentale degli Stati Uniti e di tutta la comunità transatlantica, visto come siamo uniti". Mattis ha parlato comparendo brevemente davanti alla stampa insieme al segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. "Come il presidente Trump ha dichiarato, dà un forte appoggio alla Nato", ha detto il capo del Pentagono.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.