Trump vuole comprare l'isola della Groenlandia. Ma l'isola non ci sta

Sembra che il presidente americano voglia fare un'offerta alla Danimarca, per allargare i confini territoriali degli Stati Uniti

Trump vuole comprare l'isola della Groenlandia. Ma l'isola non ci sta

Donald Trump è pronto a comprare la Groenlandia. Sembra che il presidente degli Stati Uniti intenda fare un'offerta alla Danimarca, per acquistare l'isola tra il Nord Atlantico e il Circolo Polare Artico, che conta 56mila abitanti.

Lo riporta il Wall Street Journal, che rivela l'approvazione dell'acquisto da parte di alcuni consiglieri del presidente, considerando l'idea una mossa vantaggiosa. Trump dovrebbe parlarne con la premier Mette Frederikse nel corso della prossima visita ufficiale in Danimarca, che si terrà a settembre.

In realtà, un trattato tra Usa e Danimarca, stabilisce che la Groenlandia sia parte del Nord America e, quindi, sotto l'influenza americana, tanto che sull'isola si trova una delle basi militari statunitensi (situata a Thule Air Base, a soli 1.200 chilometri dal Circolo polare). Ma Trump vorrebbe andare oltre. Secondo il quotidiano americano, infatti, il presidente vorrebbe comprare la Groenlandia, per allargare la propria influenza militare e allargare il territorio degli Stati Uniti.

Ma non è la prima volta che un presidente cerca di impossessarsi dell'enorme isola. Come ricorda il Corriere della Sera, anche Harry Truman aveva offerto alla Danimarca 100mila dollari per l'acquisto, ma l'affare non andò in porto. Ora, però, le cose potrebbero essere cambiate e Trump potrebbe aggiudicarsi l'isola, lasciando così in eredità agli Usa un pezzo di territorio in più, come fece il presidente Dwight Eisenhower, che riuscì ad annettere l'Alaska agli Stati Uniti.

Ma dalla Groenlandia non si è fatta attendere la dura risposta: "L'isola non è in vendita", ha commentato il ministero degli Esteri, sottolineando di essere però "aperti per affari". Dura anche la replica della Danimarca, dove l'ex primo ministro ha commentato: "Deve essere un pesce d'aprile, ma totalmente fuori stagione".

Non è ancora chiaro se le affermazioni del presidente americano fossero serie o dette in modo scherzoso, ma la questione ha già sollevato una bufera.