"La vera vita normale? ​La famiglia omosessuale"

Lo spot choc della Campbell's dipienge una coppia omosex che imbocca un bimbo

L'obiettivo è dipingere l'omosessualità come la normalità. Come la "vera vita normale". E, mentre in Italia la maggioranza si appresta ad approvare le unioni civili, in America viene trasmessa il nuovo spot della Campbell's che dipinge una "famiglia" gay dove i due papà imboccano il figlio (guarda qui).

La Campbell Soup è un marchio alimentare statunitense noto in tutto il mondo per le passate di pomodoro. Simbolo della pop art di Andy Warhol, il colosso ha iniziato a pubblicizzare le "famiglie" formate da due papà o da due mamme. Quelli che appaiono nella pubblicità non sono semplici attori, ma vere e proprie coppie omosessuali. L'intera operazione pubblicitaria della Campbell's si chiama "Made For Real, Real Life". Ovvero: "Fatta per la vita vera". E sui social network hanno lanciato l'hasthag #RealRealLife. Come spiega il sito Advertising Age l'obiettivo della campagna è far capire che i prodotti Campbell's sono "vero cibo che conta per i momenti della vita".

Nello spot Larry Sullivan e David Monahan (questo il nome dei due attori) imboccano il piccolo Cooper canticchiando la siglia di Guerre stellari. "Sono tuo padre", dice il primo con un esplicito riferimento al film. "No, no, no - interviene il secondo- io sono tuo padre". Insomma, la classica pubblicità con la tradizionale famiglia americana è finita nel cestino. Adesso è solo gay pride.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Rossana Rossi

Mar, 13/10/2015 - 10:38

Lo trovo semplicemente sbagliato..........

Tuthankamon

Mar, 13/10/2015 - 10:39

Cerchiamo di essere seri ... ma queste affermazioni chi le fa?

lupo1963

Mar, 13/10/2015 - 10:43

L'obiettivo di parte della lobby omosessuale e' quello :non acquisire alcuni diritti,ma distruggere coscientemente la famiglia tradizionale.

gianni.g699

Mar, 13/10/2015 - 10:45

Siamo alla FOLLIA totale !!! ... si salvi chi può !!! il mondo è finito nelle mani di un branco di pazzi !!!

Cheyenne

Mar, 13/10/2015 - 10:47

E' un'indecenza

vince50_19

Mar, 13/10/2015 - 10:59

lupo1963 - In questo intento è anche impegnato un "filantropo" ungherese, tal Soros, che foraggia la Lgbt. Il tutto volto a "combattere" in goni modo possibile il cattolicesimo che è un avversario per loro molto forte all'oggi. La spersonalizzazione è il fine di questa gente altezzosa, arrogante e pronta ad etichettare con le solite frasi di circostanza chi non canta nel loro coro.

faberlonc

Mar, 13/10/2015 - 11:00

"La vera vita normale". Disgustoso. Per puri interessi di bottega viene propagandato il suicidio sociale collettivo, alimentato dall'egoismo più tremendo, che non si ferma davanti neanche all'innocenza dei bambini.

mariano1963

Mar, 13/10/2015 - 11:09

Che tristezza!

billyserrano

Mar, 13/10/2015 - 11:15

Che la Campbell's faccia degli spot per promuovere i propri prodotti è cosa normale, è un suo diritto. Poi piacciano o meno è altra cosa. Quello che non trovo giusto, è che ci siano attacchi, per distruggere la Famiglia vera, cioè quella formata da, padre madre e figli. E il tutto per avere una società liquida e manipolabile da pochi.

BALDONIUS

Mar, 13/10/2015 - 11:28

E bastaaaaa! Non se ne può più di queste schifezze. Comunque la soluzione è molto semplice: boicottare le aziende che ricorrono a simili pubblicità. Gli etero sono e saranno sempre la maggioranza. Vediamo se gli conviene.

alby118

Mar, 13/10/2015 - 11:29

Che la natura faccia il suo corso e che possiate procreare vivendo felici e contenti.

roberto.morici

Mar, 13/10/2015 - 11:49

Il miserabile mandolinista, progressista Togliatti, si rivoltrà nella tomba.

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mar, 13/10/2015 - 11:58

Di sicuro la Campbell produrrà le passate di pomodoro con materia prima di origini cinesi scadenti. Senza dubbio.

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 13/10/2015 - 12:08

Società di mxxxa in mano a pazzi scatenati.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 13/10/2015 - 12:15

Per la Campbell's potrebbe rivelarsi un boomerang. Se Pietro Barilla non molto tempo fa fece marcia indietro, in conseguenza della reazione indignata della lobby gay, dopo aver affermato che il loro messaggio pubblicitario era pensato per la famiglia tradizionale - il timore era di perdere una fetta di mercato - una bella fetta di mercato la potrebbe perdere la Campbell's ad opera dei tradizionalisti americani, indignati per questo tipo di messaggio pubblicitario.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 13/10/2015 - 12:25

E' in atto una colossale offensiva mediatica a favore di omosessuali, trans, e plurisex. Stanno invadendo la stampa, il cinema, la televisione, la scuola. Non sono segnali da prendere con superficialità, riportarle come notizie curiose, o considerarle solo come iniziative pittoresche, bizzarre, folkloristiche. Sono tutti piccoli passi per "imporre" la cultura gender nel mondo; ma piano, progressivamente, senza che la gente si renda conto di quello che succede. Poi un giorno la gente si sveglierà e si renderà conto di vivere in un mondo dominato dalla lobby gay; quando sarà troppo tardi. Sarà un tragico risveglio, esattamente come il giorno in cui ci si sveglierà dal sonno buonista e terzomondista e ci si renderà conto della devastazione sociale e morale causata dell'invasione afro/araba/asiatica.

torquemada63

Mar, 13/10/2015 - 12:33

Premessa i gay finchè non mi importunano mi sono indifferenti, non giudico le persone in base ai propri gusti sessuali, mi da fastidio l'invadenza di taluni personaggi, ho deciso semplicemente di non acquistare prodotti che utilizzano come esempi famiglie gay, hanno fatto una scelta che non mi rappresenta, e non mi interessa essere identificato coi loro prodotti, se tutti facessero come me, molto cambierebbe, sicuramente questo è un tentativo sbagliato di promuovere una causa. Avere i diritti è un diritto di tutti siano gay o meno,ma in questo modo è un sopruso, che si producano e mangino i loro prodotti, e non dico questo per astio o altro verso i gay.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 13/10/2015 - 12:35

Famiglia normale? Con un bambino messo al mondo da una donna? Si devono rassegnare, due uomini o due donne da soli/e non potranno perocreare MAI senza l'altro sesso. Solo questo è NORMALE!!!!!!!!!!

daniperri

Mar, 13/10/2015 - 13:01

Mai piaciuta, adesso ancora meno. La realtà che vedono sono gli asini che volano.

BALDONIUS

Mar, 13/10/2015 - 13:02

Difatti la pasta Barilla non la prendo più. nemmeno se me la danno in omaggio. Che si fottano.

Ritratto di cristiano74

cristiano74

Mar, 13/10/2015 - 13:04

Ci meritiamo l'isis e l'estinzione. Povera civiltà occidentale: il relativismo culturale ci sta portando all'annientamento su tutti i fronti, in primis quello dei valori.

Tuthankamon

Mar, 13/10/2015 - 13:56

"Fatti non foste per viver come bruti, ma per virtute e canoscenza ..." Tutto è già stato detto dai nostri padri spirituali ...

lupo1963

Mar, 13/10/2015 - 15:51

Notizia di oggi:Il vicesindaco di Livorno ha definito "anacronistica"la famiglia tradizionale e ,con i soldi di un comune (in miseria nera dove i grillini hanno aumentato le tasse anche piu' del pd il che e' tutto dire)finanzieranno programmi di "educazione"per il riconoscimento dei vari generi sessuali.Bene ha fatto Putin,questa e' propaganda omosex ai bambini.E RICORDATEVI CHE I GRILLINI SONO SOLO COMUNISTI MASCHERATi,E DELLA PEGGIOR SPECIE.

VittorioMar

Mar, 13/10/2015 - 18:06

...loro sono egoisti.. le difficoltà le dovranno affrontare i bambini tra i bambini e non sarà facile...

Beaufou

Mar, 13/10/2015 - 19:21

Ma quale indecenza...questo spot è assolutamente ridicolo. Quei due lì sono tutt'altro che la normalità, e il bambino, poveretto lui, sembra non essere granché convinto. Se Campbell spera di aumentare le vendite, meglio che cambi "creativi". Ahahah.