"Il virus ha origine animale": l'Oms esclude la pista del laboratorio

L'ipotesi della "fuga" del virus da un laboratorio è stata ritenuta altamente improbabile. L'Oms sta esaminando quattro ipotesi

"Il virus ha origine animale": l'Oms esclude la pista del laboratorio

Il Sars-CoV-2 non è uscito dal laboratorio di Wuhan in seguito a un incidente ("estremamente improbabile") e ha sicuramente origine animale: sono queste le due mezze certezze fin qui ottenute dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).

Esclusa la pista del laboratorio

Al termine della missione di quattro settimane in Cina, realizzata proprio per fare luce sulla pandemia di Covid-19, il team internazionale dell'Oms ha fatto il punto della situazione nel corso di una conferenza stampa. L'ipotesi della "fuga" del virus da un laboratorio è stata ritenuta altamente improbabile.

Gli esperti del laboratorio di Wuhan hanno fornito "tutte le risposte alle nostre domande" che sono servite per un approccio "dettagliato e razionale" sul ruolo del laboratorio stesso, ha spiegato Peter Ben Embarek, esperto danese di sicurezza alimentare che ha parlato a nome della delegazione dell'Oms. "Abbiamo esaminato l'Istituto di virologia di Wuhan ed è molto improbabile che qualcosa possa sfuggire da un posto simile", ha sostenuto Embarek, aggiungendo che anche se gli incidenti di laboratorio sono "possibili", sono al contempo "estremamente rari".

L'Oms ha ottenuto dati e indizi piuttosto importanti, anche se, di fatto, ha annunciato di non essere ancora in grado di svelare le origini della pandemia di Covid-19. Tutti i riflettori sono puntati su un animale misterioso: quale? Al momento, nessuno è in grado di dirlo. Accanto alla zoonosi, è comunque spuntata anche l'ipotesi della trasmissione del virus all'uomo attraverso il cibo congelato.

"Abbiamo cambiato radicalmente il quadro che avevamo in precedenza? Non credo", ha dichiarato ancora Embarek. ''La trasmissione del coronavirus da un primo animale e poi un secondo prima della contaminazione umana è l'ipotesi più probabile'', ha aggiunto, sottolineando che questa pista richiederebbe comunque ''una ricerca più specifica e mirata''.

Le quattro ipotesi sul tavolo

La conferenza dell'Oms, in sostanza, ha lasciato in piedi tutti i dubbi che hanno attanagliato gli esperti nei mesi scorsi. È stata però esclusa una delle teorie più controversie, quella della fuoriuscita del virus dal laboratorio, usata a più riprese anche dall'ex presidente americano Donald Trump. Quando è nato il virus? Dove? Come si è originato? A queste domande è ancora impossibile dare risposta.

Il team sta quindi esaminando quattro ipotesi: trasmissione diretta animale-uomo; virus che si trasmette all'uomo attraverso l'ospite intermedio; trasmissione legata al percorso di alimenti congelati; trasmissione correlata a un laboratorio. "Dobbiamo continuare a indagare sui casi iniziali, esaminare campioni di sangue e notizie sui contagi in altri luoghi e Paesi. Dobbiamo condurre più indagini su alcuni animali che potrebbero aver trasmesso il virus, in particolare i pipistrelli, non solo in Cina ma anche in altre parti del mondo", ha concluso l'Oms.

Commenti