Motori

"Bastianini da Mondiale. Il mio Gresini tra i grandi con il piccolo Marquez"

Nadia Padovani, moglie di Fausto Gresini, spiega la MotoGp al via: "Bagnaia? Punto su Enea, vero fenomeno"

"Bastianini da Mondiale. Il mio Gresini tra i grandi con il piccolo Marquez"

Bagnaia o Bastianini. Chi è il favorito nella lotta al titolo iridato? Sabato in Portogallo prenderà il via il Motomondiale con l`inedita sprint race. In occasione degli ultimi test, il campione del mondo in carica, Pecco Bagnaia, ha già stracciato il record della pista di Portimao, ma tra i due piloti ufficiali Ducati, Nadia Padovani, moglie di Fausto Gresini, non ha dubbi. «Per la vittoria del titolo 2023 punto tutto su Enea Bastianini».

Il Team Principal della Gresini Racing conosce bene il riminese che lo scorso anno ha regalato alla squadra di Faenza soddisfazioni immense: quattro vittorie per un totale di sei podi ed il terzo posto nel Mondiale piloti. Con il passaggio di Enea nel team Ducati ufficiale, quest`anno la Gresini Racing schiererà Alex, il fratello minore di Marc Marquez, al fianco di Fabio Di Giannantonio, ma il pensiero non può non andare allo scorso anno.

Guardando indietro, come descriverebbe la stagione 2022?
«Immensa. Pazzesca. Eravamo partiti per fare bene, ma non ci saremmo mai aspettati simili risultati. La vittoria della prima gara della stagione in Qatar è stata incredibile: è come se Fausto avesse disegnato dall`alto un tale successo».

Talento puro e carattere agguerrito. Ci racconta il Bastianini dietro le quinte?
«Enea è un ragazzo semplice, amante della vita tranquilla lontano dal casino e dai riflettori. Non gli piace apparire. Nei box è uno che fa squadra. Quando poi si mette il casco, diventa una "bestia", non a caso è soprannominato così. È determinato, veloce. Un vero fenomeno».

Enea è stata la grande rivelazione del 2022. È lui l`erede di Valentino Rossi?
«Credo che Valentino sia irripetibile, non solo per i successi in pista, ma per la sua spettacolarità e la sua capacità unica e straordinaria di appassionare tutti con le gag che ha iniziato a fare in 125cc. Dalla nonna al ragazzino. Valentino è Valentino. Enea è Enea. Ogni pilota ha le sue caratteristiche, ma sono sicura che Bastianini ci farà divertire quest`anno».

Come vede la lotta tra i due ducatisti factory?
«Bastianini darà del filo da torcere a Bagnaia. Quando Enea è in forma, non ce n`è per nessuno. Farà delle gare incredibili. Saranno da gestire i due compagni di squadra, ma non è più un problema mio (sorride)».

Secondo lei ci saranno ordini di scuderia e come si comporterà Enea? Lo scorso anno abbiamo visto che il ragazzo non si convince tanto facilmente.
«Secondo me non ne daranno di ordini. Ma è presto, la stagione non è ancora iniziata e quest`anno con la sprint race avremo in totale 42 gran premi. Bagnaia e le Rosse partono evidentemente favoriti, ma tutto suggerisce che non mancheranno le sorprese».

Allude anche in casa Gresini Racing?
«Credo molto in Alex Marquez. Abbiamo iniziato a parlare con lui da metà anno perché sapevamo che avremmo comunque perso Enea. Era destinato al team factory o alla Pramac. Quando è stato confermato in Ducati ufficiale, invece di Martin, per noi è stata un`altra vittoria perché Enea si meritava quel passaggio».

Cosa le piace di Alex Marquez?
«Il suo approccio alle gare e alla vita. Non si trovava bene con la Honda e sono sicura che potrà far bene con una Ducati. Non ha chiesto una moto ufficiale, che non abbiamo. È un due volte campione del mondo e una persona solare. Si è già integrato benissimo nel team».

Cosa si aspetta dalla stagione che prende il via questo fine settimana in

Portogallo?
«Puntiamo a finire regolarmente nei primi cinque con Marquez, e ci aspettiamo qualcosa di più da Di Giannantonio. Lo scorso anno è stato protagonista della bellissima pole al Mugello ma poi in gara ha chiuso undicesimo».

Commenti