Cronaca locale

Aggredisce la compagna incinta, arrestato 26enne

Dramma nella notte tra domenica e lunedì, l'arrivo dei poliziotti e i soccorsi alla donna. In manette un 26enne a Pianura di Napoli

Aggredisce la compagna incinta, arrestato 26enne

Aggredisce la compagna incinta in casa, finisce in manette un 26enne napoletano nel quartiere di Pianura. L’episodio s’è verificato nella nottata tra domenica e lunedì scorsi, intorno alle 4, quando i vicini di casa della coppia hanno chiesto aiuto al 113 perché dall’appartamento provenivano urla che lasciavano presagire una feroce lite in corso.

La segnalazione, diramata dalla centrale operativa a una pattuglia di agenti in servizio nel quartiere proprio in quel momento che si sono subito recati sul posto. Qui una donna, madre del ragazzo, ha accompagnato gli agenti all’appartamento da dove provenivano le grida. Una volta entrati all’interno dell’abitazione, i poliziotti hanno scoperto che il 26enne – in preda ai fumi dell’alcol – continuava ad avere un atteggiamento minaccioso nei confronti della compagna. Che presentava, all’arrivo degli agenti, una ferita da arma da taglio sulla coscia, oltre ai segni di maltrattamento sul corpo. I poliziotti, a quel punto, hanno immediatamente bloccato il giovane non prima, però, di aver sollecitato l’intervento dei sanitari del 118 per soccorrere la donna.

Dopo aver messo il 26enne in condizione di non nuocere, gli agenti hanno trovato – nascosto in un cassetto della biancheria – un coltello con manico di legno e lama lunga ben ventidue centimetri e mezzo, sporco di sangue. Hanno ritrovato, inoltre, un’altra lama da sedici centimentri che era conservata in una cassetteria.

Per il giovane napoletano sono scattate le manette con l’accusa di lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. Dopo le formalità di rito è stato trasferito presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale, in attesa della celebrazione del rito direttissimo disposto sul caso dall’autorità giudiziaria.

La donna, soccorsa dal personale sanitario del 118, è stata invece trasportata all’ospedale Cardarelli. Le sue condizioni sono sotto controllo e né lei, né il figlio che porta in grembo, sono in pericolo di vita.

Commenti