Abbandonano rifiuti speciali fuori all’isola ecologica (chiusa da mesi)

Lo sversamento illecito di rifiuti è avvenuto in pieno giorno dinanzi agli occhi di numerosi passanti in un posto ripulito solo pochi giorni fa

Abbandonano rifiuti speciali fuori all’isola ecologica (chiusa da mesi)

Si sono presentati intorno alle 12,30 con un tre ruote carico di rifiuti speciali. In due sono scesi e hanno iniziato a sversare scarti ingombranti sul marciapiede a ridosso dell’isola ecologica chiusa da mesi a Frattamaggiore (Napoli). Sono stati impegnati per minuti a scaricare illecitamente quel materiale, che per legge richiede uno smaltimento specifico. Hanno operato alla luce del sole, noncuranti dei numerosi passanti che hanno assistito all’impietosa scena, in un’area in cui risulta allestito un sistema di videosorveglianza e ripulita solo pochi giorni fa dall’ammasso di rifiuti che da tempo rendono quell’angolo di strada pubblica una discarica a cielo aperto.

Svuotato il tre ruote dai rifiuti, hanno sollevato un ingombrante da un’auto arrivata subito dopo di loro. Poi sono andati via, lasciando quel luogo di nuovo nel degrado in cui versava fino un paio di giorni fa. Fino alla settimana scorsa metri di marciapiede erano occupati da rifiuti speciali ogni genere. In quel posto arrivano ogni giorno e ad ogni ora soggetti che abbandonano di tutto. E lo fanno proprio davanti a un centro che la monnezza dovrebbe raccoglierla, ma che è inutilizzabile da luglio scorso per problemi amministrativi. Di fronte c’è un capannone dove si vendono bibite, vicino ci sono le sedi di altre ditte operanti nei settori commerciale e edile e, nei pressi, diverse abitazioni.

Il problema è stato sollevato negli ultimi giorni anche in un’interrogazione presentata alle forze dell’ordine da un consigliere comunale di Frattamaggiore, Michele Granata. Granata invoca risposte sulla situazione dell’isola ecologica, chiedendo spiegazioni sui motivi per cui non è ancora usufruibile dai residenti e evidenziando presunte irregolarità nella sua gestione da quando è inaccessibile al pubblico. Riferisce di disagi causati sia da attività di travaso che avverrebbero all’interno del sito, che dall’abbandono incontrastato dei rifiuti che si verifica all’esterno, problemi che rendono pessime le condizioni igienico-sanitarie del posto.

Commenti