Danneggiati i marmi della Galleria Umberto I di Napoli

Dopo l’accensione di un falò sul prezioso pavimento del porticato, un altro schiaffo di alcuni incivili a uno dei simboli della città partenopea

Danneggiati i marmi della Galleria Umberto I di Napoli

Ancora atti vandalici all’interno della Galleria Umberto I di Napoli. Dopo l’accensione di un falò sul prezioso pavimento del porticato, nuovi danni sono stati procurati ai marmi, l’ennesimo schiaffo di alcuni incivili ad uno dei simboli di Napoli. Sull’episodio è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

“Ci è stato segnalato che alcuni marmi della Galleria Umberto I – ha detto l’esponente politico – sono stati danneggiati nel weekend. Ci duole dirlo ma la cosa non ci sorprende. Da tempo immemore la Galleria è terra di nessuno dopo la chiusura dei negozi. Nelle ore notturne si trasforma in un campo di calcetto e in una pista per gli scooter.

E se tali fenomeni non sono sufficienti a dare una percezione precisa del degrado aggiungiamo che, non più tardi della scorsa settimana, abbiamo denunciato un piccolo rogo doloso all’interno della struttura, con tanto di marmi macchiati dalla fuliggine”.

A Borrelli si aggiunge il consigliere comunale Benedetta Sciannimanica. “Da parte nostra non ci sono dubbi – ha detto – è necessario chiudere la Galleria Umberto I durante le ore notturne. Ulteriori tentennamenti non sono accettabili. Occorre ragionare a stretto giro su una soluzione che permetta di interdire l’accesso a teppisti e incivili di notte. Solo così si potrà tentare di preservare un monumento che rappresenta uno dei simboli di Napoli. In caso contrario continueremo a fare i conti con un processo di inarrestabile decadimento, che ha già avuto inizio”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti