Immondizia davanti al murale di Pino Daniele nel giorno del compleanno

A denunciare l’increscioso episodio, con una fotografia postata sui social, è l’assessore regionale Francesco Emilio Borrelli. “Un gesto incivile – scrive l’esponente politico – compiuto da quella risma di persone che rovina la città di Napoli”

Immondizia davanti al murale di Pino Daniele nel giorno del compleanno

Ha indignato tanti cittadini napoletani il gesto incivile compiuto ieri da alcuni concittadini del noto e compianto cantautore partenopeo Pino Daniele, proprio nel giorno del suo compleanno. Davanti al murale che lo ritrae mentre imbraccia una chitarra ed è intento a suonare, in vico dei Panettieri a Napoli, sono stati depositati alcuni sacchi di immondizia.

A denunciare l’increscioso episodio, con una fotografia postata sui social, è l’assessore regionale Francesco Emilio Borrelli. “Un gesto incivile – scrive l’esponente politico – compiuto da quella risma di persone che rovina la città di Napoli. Il 19 marzo è ricorso il sessantaquattresimo anniversario della nascita di Pino Daniele. Peccato che qualcuno ha pensato bene di lasciare dei sacchetti della spazzatura dinanzi al murale che lo street artist Tvboy ha dedicato al ‘Nero a Metà’ in vico dei Panettieri”.

Borrelli non usa mezzi termini per condannare l’accaduto. “Un gesto, quello di depositare l'immondizia davanti al murale di Pino Daniele, di gente – continua – che non ha neanche rispetto per la memoria di un grande artista, che ha scritto pagine indelebili della storia recente della musica napoletana. Al di là del gesto irrispettoso c’è, poi, da focalizzare l’attenzione sull’atteggiamento incivile di alcuni residenti che continuano a sversare i rifiuti in spregio alle regole. Rifiuti depositati fuori orario o fuori dai cassonetti. Un comportamento vergognoso che rovina lo scenario del centro storico”.

Eppure la stragrande maggioranza dei cittadini napoletani aveva celebrato il cantautore, lo scorso mese di gennaio, a quattro anni dalla scomparsa, con iniziative ed eventi dislocati in tutta la città.

Commenti