Nozze trash a Napoli, tra i musicisti anche 5 ispettori della penitenziaria: sospesi

Al matrimonio trash avvenuto a Napoli lo scorso 28 marzo erano presenti anche 5 ispettori della Polizia penitenziaria che hanno partecipato ai festeggiamenti suonando la tromba

Nozze trash a Napoli, tra i musicisti anche 5 ispettori della penitenziaria: sospesi

Nelle ultime ore sono emersi nuovi particolari sulle nozze trash tenutesi a Napoli lo scorso 28 marzo tra il cantante neomelodico Tony Colombo e Tina Rispoli, vedova del defunto boss degli scissionisti Gaetano Marino ucciso in un agguato sul lungomare di Terracina sei anni fa.

A suonare la tromba nella banda musicale impegnata per il discusso matrimonio, infatti, c'erano anche 5 ispettori della Polizia penitenziaria. Gli agenti sono stati individuati grazie ai video che sono stati postati sul web e che, in poco tempo, sono divenuti virali grazie al clamore mediatico che ha suscitato la vicenda.

Secondo quanto si è appreso, i cinque ispettori sono trombettisti della banda musicale della Polizia penitenziaria e sarebbero stati chiamati per le nozze da un'agenzia con sede nel Napoletano che organizza eventi.

Al momento, però, non è chiaro se abbiano prestato il loro strumento in qualità di invitati. Tutti sono stati immediatamente sospesi dal Dap.

Il matrimonio, celebrato nel Maschio Angioino di Napoli, era stato preceduto da un corteo che ha bloccato corso Secondigliano e da una festa in piazza del Plebiscito che agli enti preposti era stata segnalata come un semplice flash mob. Sulle nozze sono in corso indagini dei carabinieri di Napoli, coordinate dagli inquirenti della Procura partenopea.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti