Napoli, polemica dopo la segnalazione del bar abusivo all’Università

Dopo il servizio di Luca Abete a Napoli per "Striscia la Notizia", è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli: “È inaccettabile"

Napoli, polemica dopo la segnalazione del bar abusivo all’Università

Ha suscitato un vespaio di polemiche la presenza all’interno dell’Università Federico II di Napoli di un bar abusivo. Dopo il servizio di Luca Abete per “Striscia la Notizia” è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. “È inaccettabile – ha detto l’esponente politico – che persistano sacche di illegalità all’interno di strutture pubbliche.

In quel servizio si notano illeciti di ogni tipo: sigarette vendute singolarmente, generi alimentari esposti su una cattedra e bevande servite senza alcuna autorizzazione. Il tutto assolutamente abusivo. Dinanzi ad una situazione del genere la contromisura non può non essere lo sgombero del bar”.

Il consigliere regionale si è spinto anche oltre. “Il rettore Manfredi – ha detto Borrelli – intervenga immediatamente per ripristinare la legalità all’interno della struttura universitaria. Si faccia luce anche su eventuali casi simili. Ci lascia basiti l’indifferenza con cui, durante il servizio, il personale dell’Università approccia la presenza di un rivenditore palesemente abusivo. Il lassismo è grave quanto l’illecito in sé, chi era preposto al controllo deve essere sanzionato”.

Non è la prima volta che il consigliere Borrelli interviene dopo un servizio dell’inviato di “Striscia la Notizia” Abete. L’amministratore aveva espresso solidarietà al personaggio televisivo quando fu aggredito e preso a schiaffi in piazza Mercato a Napoli. Abete era impegnato nella preparazione di un reportage sui parcheggiatori abusivi nella città.

Commenti