Rissa tra donne si scatena all'Ospedale del Mare

Un gruppo di donne, familiari di alcuni pazienti dell'Ospedale del Mare, hanno scatenato una rissa nel cortile del nosocomio partenopeo: il fatto è stato denunciato dal consigliere regionale Borrelli

Non si arresta in alcun modo l'escalation di violenze che si stanno ripetutamente verificando negli ospedali e nei pronto soccorso della città di Napoli. L'ultimo episodio è avvenuto nel pomeriggio di oggi all'Ospedale del Mare dove alcune donne hanno scatenato una violenta rissa.

Il fatto è stato segnalato dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che ha denunciato il caso sulla sua pagina facebook. Stando a quanto riportato da Borrelli, la rissa sarebbe scattata tra un gruppo di donne, familiari di alcuni pazienti dell'Ospedale del Mare. Le donne hanno dato vita a un tafferuglio che ha avuto luogo all'esterno del nosocomio partenopeo.

Questa grave ondata di inciviltà e violenza all'interno degli ospedali napoletani sta diventando una vera e propria emergenza, che il più delle volte finisce per colpire proprio il personale sanitario. Su questo problematico fenomeno si è espresso anche Borrelli:"Questa è una di quelle situazioni che richiederebbe la presenza delle forze dell’ordine all’interno delle strutture ospedaliere – sono state le parole di Borrelli – non è possibile accettare che il personale medico debba lavorare subendo questo tipo di violenza, anche indiretta. Servono agenti di Polizia che rendano sicure le strutture ospedaliere". Proprio a causa di questi continui episodi di aggressione, il personale ospedaliero di Napoli ha richiesto al governo l'intervento dell'Esercito nei reparti di pronto soccorso.

Dall'inizio dell'anno, l'associazione Nessuno Tocchi Ippocrate, ha registrato infatti già sei casi di questo tipo. Gli ultimi sono avvenuti proprio nella giornata di ieri quando un'ambulanza è stata colpita dal lancio di oggetti ad Afragola e, quasi contemporaneamente, un'infermiera è stata aggredita e strattonata da un paziente che ha perso la pazienza all'improvviso. Due giorni prima, invece, il personale sanitario di un'altra ambulanza è stata sequestrato da una baby gang per soccorrere un amico ferito. Anche per questo motivo il ministro degli interni Lamorgese ha annunciato che dal 15 gennaio saranno attivate delle telecamere di videosorveglianza all'interno delle ambulanze.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.