La base del Pd disapprova il governo con il Movimento 5 Stelle

Alla festa dell'Unità a Ravenna si alzano poche mani alla domanda su quanti siano contenti del premier Conte e dell'alleanza con i grillini

La base del Pd disapprova il governo con il Movimento 5 Stelle

L'alleanza con i 5 Stelle non è ben vista dalla base del Partito democratico. Basti pensare che in occasione della Festa dell’Unità a Ravenna molti hanno disapprovato il governo giallorosso. Il direttore dell’Huffington Post Lucia Annunziata stava intervistando Romano Prodi e, a proposito dei grillini, ha chiesto alla platea quanti siano contenti del premier Conte. Si sono alzate poche mani in segno di approvazione del governo che dovrebbe nascere. Molte infatti sono rimaste giù per esprimere il dissenso verso i pentastellati. E a questo punto Prodi ha fatto una battuta osservando bene la sala e ha detto: “Una buona minoranza”.

Durante l’incontro, Prodi ha parlato del premier Giuseppe Conte, che vari giornali vedono come suo erede. L’ex premier ha replicato sottolineando che “uno è sempre contento di averne. Il problema è cosa gli si lascia”. E ha precisato che la situazione è totalmente diversa dai suoi tempi perché all’epoca il Pd aveva vinto “con una coalizione organizzata, adesso però c’è una legge elettorale che non consegna alcun vincitore - ha proseguito Prodi -, c’è stato un primo accorpamento tra M5S e Lega, e adesso c’è una faticosa e interessante proposta, mi auguro che sia costruttiva, e sotto questo aspetto auguro a Conte di durare più di Prodi”.

L’ex premier ha poi concluso con una dichiarazione sulle eventuali elezioni, evidenziando che “le urne sono legittime, ma è legittimo anche che una legislatura duri cinque anni”.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti