Bimbi rom circondano Salvini: "Matteo non avere paura". E lui: "Non potete vivere così"

Via al tour elettorale dal campo rom di Torino. I bimbi lo circondano e le madri lo prendono in giro: "Non aver paura". Ma Salvini: "Scriverò al tribunale per salvarli"

Bimbi rom circondano Salvini: "Matteo non avere paura". E lui: "Non potete vivere così"

"Matteo non avere paura". I bambini lo circondano e gli stanno addosso (guarda il video). Abitano tutti nel campo nomadi di via Germagnano a Torino. È da lì che, ieri pomeriggio, Matteo Salvini ha inziato il tuor elettorale. "Questi bambini - dice il leader del Carroccio - non dovrebbero vivere in queste condizioni...". E promette di chiudere i campi rom in caso di vittoria alle prossime elezioni politiche. "L'illegalità non va tollerata, stiamo parlando di 40mila persone su una popolazione italiana di 60milioni di persone - promette - in sei mesi, se c'è la volontà, il problema si può risolvere".

Ieri pomeriggio Salvini ha fatto visita al campo nomadi di via Germagnano. È da qui che ha aperto la campagna elettorale nel capoluogo piemontese. Ad accompagnarlo nella visita i rappresentanti dei comitati di cittadini del quartiere. "Bisogna distinguere tra regolari e irregolari - ha detto il leader del Carroccio durante la visita - tra chi lavora e chi no, tra chi manda i figli a scuola e chi no. È la terza volta che vengo in questo campo e mi pare che almeno per quanto riguarda l'inquinamento sia il peggiore d'Italia. Io però sono di coccio e ci torno fino a quando qui non ci sarà un parco giochi per bambini". L'biettivo di Salvini è un'area verde, completamente bonificata.

Durante la visita, Salvini è stato preso d'assalto dai bambini (guarda la gallery). E, quando le madri lo prendevano in giro dicendogli di non aver paura di loro, ha ricordato che i piccoli non dovrebbero vivere in certe condizioni. E ha promesso: "Domani stesso riscriverò al Tribunale di Torino per chiedere se non c'è un Tribunale dei minorenni che possa andare a salvare quei bambini che altrimenti vengono educati al furto, alla violenza e allo scippo".