Conte avverte i vice: "Il premier sono io"

Oggi conferenza stampa del presidente: chiederà toni bassi per rassicurare la Ue

Roma - Quanti decibel saranno necessari per farsi sentire? La domanda è un po' irrituale per un uomo tranquillo come Giuseppe Conte il cui ruolo di presidente del Consiglio non è mai stato in discussione come oggi. La funzione notarile cui il contratto di governo sembrava un vago ricordo fino poco prima delle elezioni europee: aveva stoppato le bramosie leghiste su sicurezza, Tav, autonomia e tagli alle tasse. Poi, le urne hanno ribaltato tutto costringendolo nuovamente all'ombra, al silenzio, al rinvio di un Consiglio dei ministri dove il piatto forte sarà costituito dal decreto Sicurezza bis che Salvini vuole brandire come scalpo della vittoria.

Visto che il Capitano sarà ancora impegnato nella campagna elettorale per sostenere i candidati del Carroccio ai ballottaggi, Conte ha deciso di uscire dall'ombra e ha convocato una conferenza stampa per ribadire che il premier è ancora lui, casomai qualcuno avesse dei dubbi. Alcuni influencer del governo lo avrebbero sconsigliato da una tale mossa. Mancano due giorni alla decisione della Commissione Ue circa l'eventuale apertura di una procedura di infrazione per debito eccessivo nei confronti dell'Italia ed è probabile che l'incontro con i giornalisti sia effettuato a mercati chiusi anche se, per dirla tutta, è difficile che Conte possa fare l'incendiario. Il primo ministro, però, ci teneva troppo a enucleare il proprio punto di vista. Traccerà probabilmente un bilancio di quanto è stato fatto nel primo anno di governo (sperando che non sia anche l'ultimo) per rimarcare che si è lavorato bene finché la concordia non è stata spezzata dal clima da campagna elettorale. Il premier vorrebbe sottolineare che è necessario interrompere questi toni e tornare al rispetto reciproco. Senza una riconciliazione tra Salvini e Di Maio il presidente del Consiglio non esiterà a fare un passo indietro.

Il problema è che il vertice di maggioranza non è stato ancora convocato e Salvini ha detto che fino a giovedì non tornerà a Roma, quindi niente road map. È probabile che l'incontro fatidico si svolga proprio venerdì prima del Consiglio dei ministri ma a quel punto potrebbe essere troppo tardi non solo per il verdetto europeo di dopodomani, ma soprattutto perché negli ultimi giorni si sono aperti nuovi focolai di scontro tra Lega e Cinque stelle. La protesta degli ex vertici delle Forze Armate contro il buonismo inadeguato della ministra Trenta. La provocazione del presidente della Camera, Roberto Fico, lo stop dei ministri Costa, Bonisoli e Toninelli al terminal per le grandi navi a Marghera, che avrebbe potuto evitare l'incidente di ieri a Venezia.

Dove si può trovare un punto d'incontro? Se Di Maio cedesse su uno di questi punti, il Movimento Cinque stelle non avrebbe più una ragione sociale. Anche se è altrettanto vero che senza governo la gran parte dell'attuale classe dirigente e della compagine parlamentare pentastellata sarebbe priva di una regolare occupazione. Ecco perché M5s sarebbe pronto a cedere su flat tax e autonomia e tirarla per le lunghe sulle infrastrutture. Ma Salvini ogni giorno alza la posta, ansioso di far scontare agli alleati qualche insulto di troppo nei suoi confronti durante la campagna elettorale.

In mezzo al guado si trova Conte, vaso di coccio tra vasi di ferro. Giuseppe Conte, il giurista. Giuseppe Conte, l'avvocato. Un professionista stimato che vuole giustamente rivendicare la propria dignità.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di noside863

noside863

Lun, 03/06/2019 - 08:37

L'importante è averlo almeno capito.

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 03/06/2019 - 08:38

E state attenti perchè io sono Tyson.

brunog

Lun, 03/06/2019 - 08:42

Essere presidente e' una cosa, tutt'altra cosa essere presidente all'altezza del compito. In sostanza se c'e' un programma discusso e concordato precedentmente, deve essere attuato. Conte deve farsi da parte.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 03/06/2019 - 08:43

poveretto! qualcuno dei babbei comunisti grulli e legaioli vada a svegliarlo dal torpore... :-)

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 03/06/2019 - 09:00

Premier! Un Premier che ? Ma se é sempre " GOBBBO " ai dic tac del di maio. Bella figurina del piffero. I due vice strombazzano a gran voce e lui, il Premier al massimo emette dei flebili vagiti. RIDICOLO RIDICOLO.

ghorio

Lun, 03/06/2019 - 09:03

Conte ha ragione: i l duo Salvini- Di Maio dovrebbe pensare alla gestione dei due ministeri che lasciano molto a desiderare.

lillo44

Lun, 03/06/2019 - 09:05

.......a mio parere la soluzione migliore è quella votata dagli italiani e quindi questo Governo deve andare avanti e portare a termine il programma da loro firmato ed anche il M5S dovrà impegnarsi a portarlo urgentemente avanti al fine di evitare una crisi che in questo momento farebbe felice una parte dell'Unione Europea, la minoranza al Governo e qualche membro del M5S ma per l'Italia e gli Italiani sarebbe un vero problema e quindi da evitare e andare avanti lasciando da parte tutte le polemiche e riprendere la strada iniziale per riportare il nostro Paese ai livelli che merita e noi tutti Italiani ci auguriamo.

peppino51

Lun, 03/06/2019 - 09:05

Caro Conte, hai permesso a Fico di dire quella puttanata, e ora vorresti fare il Premier? Stai accanto a Salvini per un pò.

un_infiltrato

Lun, 03/06/2019 - 09:09

Un capo che si rispetti, però, non ha bisogno di "rivendicare la la propria dignità". Quando interviene questa necessità, c'è qualcosa che non funziona. Per cui Giuseppe Conte, il giurista, Giuseppe Conte, l'avvocato, rimane sì un professionista stimato, che però non viene visto come il Premier.

titina

Lun, 03/06/2019 - 09:20

Bravo, era ora! ma glielo permetteranno?

Ritratto di Buggiomar

Buggiomar

Lun, 03/06/2019 - 09:27

Pochi italiani riconoscono nel Presidente Conte la figura di un vero statista, piuttosto in lui vedono l'immagine riflessa di un mediocre notaio senza spina dorsale, una modesta pedina in mani altrui. Pertanto, semmai dovesse capitare negli annali di storia patria, al massimo potrebbe essere ricordato per la sua scialba comparsa, in nome della quale ha seppellito ogni briciolo di dignità personale

DRAGONI

Lun, 03/06/2019 - 09:39

UN RE TRAVICELLO!!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 03/06/2019 - 09:41

E' VERO! Sulla carta lui é il Premier. Nella sostanza conta poco, per fortuna. Nel periodo preelettorale si é montato la testa. Occorre che gliela si tagli al più presto, soprattutto a difesa del nostro fegato.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 03/06/2019 - 09:54

X noside863: capito che? ....e dal profondo del paese salì impetuosa una sonora pernacchia.... speriamo che capisca questa!

Duka

Lun, 03/06/2019 - 10:07

Questo sembra un disco rotto dice la stessa cosa da 12 mesi e non si accorge che nessuno lo sta a sentire. Va bene che la BUSTA PAGA è stratosferica e per lei tutto si fa anche i pesci in faccia ma che salvi almeno la dignità di se stesso.

cgf

Lun, 03/06/2019 - 10:08

ancora non ha capito che in Italia il premier deve redigere l'ODG del CDM dove ha il compito di suonare la campanella? Ci mette solo la faccia e poi basta, cosa ha studiato Legge così tanto per cosa? Ai suoi studenti non insegnerà mica che la Legge è uguale per tutti e via dicendo... non è così in realtà

Antenna54

Lun, 03/06/2019 - 10:09

Non toglietegli il giocattolo, per carità! Poi si arrabbia e chissà che combina questo politico neofita.

oracolodidelfo

Lun, 03/06/2019 - 10:28

Conte tu sei il premier? Tu sei il dernier della retroguardia....

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 03/06/2019 - 10:29

Sì, Lei è il premier,ma, non eletto od uscito dal voto nato da un inciucio o comunque dalla provetta, che verrà lasciato cadere come un fazzoletto di carta usato....dal PdR, cui al momento fa comodo per prendere fiato e lasciare rianimare i suoi partner naturali che non sono di cdx....

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 03/06/2019 - 10:40

Sono curioso di vederlo. Dal punto di vista della preparazione e della cultura è cinquanta spanne sopra i suoi vice e sarebbe ora che glielo ricordasse

elfrate

Lun, 03/06/2019 - 10:41

buon giorno a tutti. Conte poverino fa anche pena. possibile che debba continuamente ricordare che il ''premier'' è lui. una figura non riconosciuta a quanto sembra e quindi una persona normale lascierebbe, ma lui no vive la situazione come l occasione della sua vita. penoso

Ritratto di guga

guga

Lun, 03/06/2019 - 10:41

Eh bravo le hai prese ma quante gliene hai dette!! Diceva un mio amico. Incompreso!

papik40

Lun, 03/06/2019 - 10:58

Se l”Ambra Angiolini della politica italiana e’ (od e’ mai stato) il “premier” io sono Sophia Loren. Poche volte si e’ azzardato a prendere impegni senza aver prima sentito i suoi due suggeritori! Non si ricorda le figure di palta avendo dovuto ritrattare di gran corsa? Lo affermi quando e' insieme ai 5S: loro per cultura sono piu’ capaci a dargli ragione

Giorgio1952

Lun, 03/06/2019 - 11:00

Il governo del cambiamento non ha cambiato, anzi ha peggiorato il paese accentuando la storica divisione tar nord e sud, il “ricco” nord a trazione leghista e il “povero” sud pentastellato. I due vice premier di un governo che non è stato votato, in campagna elettorale speculando sul malessere e la paura degli italiani, hanno illuso con promesse impraticabili, arrivando a sottoscrivere un contratto di governo che in realtà erano una serie di cambiali, che sapevano perfettamente di non poter onorare, due su tutte : Flat tax e reddito di cittadinanza. L’unica nota positiva del governo è Conte, un “signor nessuno” che almeno dimostra razionalità e buonsenso, totalmente assenti nei due vice, un uomo che essendosi il gioco fatto duro rivendica la sua dignità : “Il premier sono io” e oggi in conferenza stampa vedremo se dimostrerà di avere gli attributi.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 03/06/2019 - 11:06

Ha fatto bene a ricordarcelo , perchè noi abbiamo l'impressione che conti come il due da picche.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 03/06/2019 - 11:14

Temo che Salvini non capisca che cosa possa avere "di importante" da dire e pretenda di "dirlo agli italiani". Solo Lui può parlare agli italiani e lo ha già fatto: vuole un Paese dove ci siano ORDINE, DISCPLINA, SICUREZZA, OBBEDIENZA. Troppa gente parla senza la Sua autorizzazione. Uno lo ha fatto ieri, Mattarella, e l'altro si appresta a farlo oggi. Non è dato sapere se Mattarella sfuggirà ancora per qualche tempo all'ira di Salvini, ma sicuramente per Conte sarà finita se stasera non renderà il dovuto elogio al CAPO e si dichiarerà disposto all'OBBEDIENZA" che Salvini vuole sia "pronta, cieca e assoluta". Se Conte lo farà, bene. Se no domani avremo un nuovo Presidente del Consiglio.

tirex

Lun, 03/06/2019 - 20:50

Conte è l'unico a dimostrare di avere le palle. Gli altri fanno schifo per come si stanno comportando. Li manderei all'asilo! Grande Presidente del Consiglio!

tirex

Lun, 03/06/2019 - 20:53

@Brunog: no si devono fare da parte i due dementi che stranno mandando a rotoli tutto. Lui è sin troppo paziente, ma anche la pazienza ha un limnite e i due l'hanno superato. Ora Salvini dirà che non gli interessa di Conte..... logico pensa di tornare da Berlusconi e Meloni....... auguri per la coalizione-truffa fatta alla faccia degli italiani!