Conte come Schettino

Il premier e il governo scappano e il Senato consegna Salvini ai magistrati. Il leghista: "Ho difeso la Patria"

Triste quella politica che - invece che alle urne - affida ai magistrati il compito di regolare i conti in sospeso e indirizzare l'attività di governo. È quello che è accaduto ieri con il sì del Senato alla richiesta della procura di Catania di processare Matteo Salvini per il blocco momentaneo della nave Gregoretti carica di immigrati avvenuto la scorsa estate, quando il leader della Lega era anche ministro dell'Interno.
La questione non è se essere d'accordo o no con la linea dura che adottò Salvini. È riconoscere o no che un atto di governo sostenuto da una maggioranza parlamentare può essere sì modificato da altri poteri dello Stato che ne abbiano facoltà, ma mai processato come se si trattasse di una rapina in banca compiuta a mano armata e con il passamontagna in testa.

Se il governo o il Parlamento fossero stati contrari a quella decisione, avrebbero avuto tutti gli strumenti per sconfessarla e fermarla. La Costituzione stabilisce infatti che il presidente del Consiglio, in quanto capo dell'esecutivo, ha un'autonoma rilevanza, è il centro nevralgico dell'intera attività del governo, ne dirige la politica generale e ne è il responsabile, mantiene l'unità di indirizzo politico e amministrativo, promuove e coordina l'attività dei ministri. E se la maggioranza parlamentare non è d'accordo può convocare in Aula sia lui sia i singoli ministri per sfiduciarli.

Il mancato controllo è un reato: il direttore di un giornale viene indagato insieme al giornalista che scrive un articolo errato, così come un amministratore delegato finisce sul banco degli imputati insieme al dipendente autore di una manchevolezza. Bene, nei tre giorni in cui la nave Gregoretti fu tenuta al largo su disposizione di Salvini, non una voce di dissenso si levò né da Palazzo Chigi né dai banchi della maggioranza (Cinque Stelle e Lega). Ma soprattutto non ci fu alcun atto politico o amministrativo che smentisse la linea di Salvini.

Fa un certo effetto quindi vedere i corresponsabili di allora, cioè Conte e i Cinque Stelle, lavarsene oggi le mani per convenienza politica e mandare a processo il solo Salvini, peraltro dopo avere fatto di recente altrettanto con la nave Ocean Viking (undici giorni al largo, con 130 persone a bordo). Così com'è patetico che il Pd e Renzi si accodino a premier e grillini dopo essere stati, all'epoca dei fatti, i primi loro accusatori.

Che la politica non sia cosa per educande ci era noto. Ma quando diventa vigliacca è inaccettabile. E ci sarà un motivo se ieri Conte e i suoi ministri, non presentandosi in Aula, sono scappati dal luogo del delitto come degli Schettino qualsiasi. E nessuno che gli abbia urlato: signor premier, cazzo, torni a bordo (ma sappiamo: la nave Italia è senza capitano da un bel po').

Commenti

Mborsa

Gio, 13/02/2020 - 17:19

Tecnicamente il governo non era parte in causa nella votazione su Salvini, caso mai lo erano singolarmente il prof. Conte e i già ministri Di Maio e Toninelli.Se si dovesse andare in tribunale, vedremmo Salvini, Conte, Di Maio e altri smentirsi reciprocamente sotto giuramento. Bell'esempio di serietà di ministri della Repubblica!

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 13/02/2020 - 17:21

Mi spiega Sig. Direttore il motivo politico, giuridico, istituzionale per il quale Conte e il suo governo avrebbero dovuto essere in Aula ad assistere ad un dibattito e successiva votazione, che nulla hanno a che vedere con le prerogative, le funzioni e i compiti del Governo? La ringrazio.

dagoleo

Gio, 13/02/2020 - 17:24

ma infatti oggi la politica italiana credo abbia toccato veramente il punto più basso della sua storia. Salvini da questa vicenda esce a testa alta, mentre il governo attuale ne esce cancellato come e quanto il vuoto dei loro scranni parlamentari palesano.

Andrea_Berna

Gio, 13/02/2020 - 17:34

Siamo di fronte ad un caso unico al mondo tra quelle che si definiscono "democrazie occidentali" : abbiamo il leader dell'opposizione politica che viene consegnato dalla maggioranza di governo a giudici "simpatizzanti" per essere sbattuto in galera. Non è italia questa, non è nemmeno Europa. È Unione Sovietica 2.0.

amedeov

Gio, 13/02/2020 - 17:45

ierofante 17.21 infatti nessuno dei tre motivi citati era una prerogativa al governo di essere in senato. Ma siccome il reato fu perpetrato da salvini e company nel primo governo conte, a meno che conte,di maio,toninelli ecc. abbiano fatto allora e anche oggi NON VEDO NON SENTO NON PARLO, era opportuno che anche il governo fosse al senato.

buonaparte

Gio, 13/02/2020 - 17:56

salvini fatti dare le carte dei giudici spagnoli che hanno fatto serie indagini sulle ong, i clandestini, il phone e tutti gli altri soggetti di questo vergognoso traffico di essere umani. con quelle carte dimostrerai che i giudici italiani come minimo non fanno il loro lavoro e fanno solo politica.ma le cose per loro sono molto piu serie..fatti dare quelle carte ..SVEGLIA

Gyunchiglia

Gio, 13/02/2020 - 18:14

@ Andrea_Berna  Concordo Unione Sovietica 2.0.

Gyunchiglia

Gio, 13/02/2020 - 18:15

Hanno paura di ripetere la scena di Narni. Neanche il coraggio di presentarsi e metterci la faccia. Neanche più al fondo del barile, ormai siamo oltre, il Paese è in ostaggio.

Ritratto di drazen

drazen

Gio, 13/02/2020 - 18:18

X ierofante e x amedeov giusto il motivo “opportunità”, ma c’è, e conta di più, anche la “dignità”! Ma che dignità ha questa gente, che ha la faccia come. .. ....?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 13/02/2020 - 18:38

La differenza fra Giuseppi e Roby: l'uno si aggrappa al ponte del "Transatrantlico" anche se tutto affonda mentre il secondo capita l'aria che tira, o meglio l'acqua che sciaborda, è partito a gonfie vele.

Ritratto di Cali85

Cali85

Gio, 13/02/2020 - 18:42

Ma mi chiedo: Che caaa...ppero li fanno a fare i Consigli dei Ministri ? Quando si riuniscono cosa fanno? La Scala 40 o il Ramino ??? E ci vogliono far credere che nessuno sapeva niente! Ma che vadano a ca...sa che è meglio!

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 13/02/2020 - 19:19

ierofante Gio, 13/02/2020 - 17:21...Il Direttore non ha bisogno che io intervenga: sa difendersi benissimo da solo. Detto questo: concordo con lei che non avevano l'obbligo di essere presenti, certo, ma mi pregio sottolineare che nell'altra votazione (con le stesse motivazioni) erano presenti eccome...Tutti i banchi (poltrone) dei pentasfigati erano occupati. Certo, come anche oggi si trattava delle loro poltrone, hanno ben deciso di non farsi vedere. Le ricorda nulla? A me si: quei bastardi partigiani di via Rasella; stesso modo do fare, stesso coraggio, stessa lealtá.E.A.

uberalles

Gio, 13/02/2020 - 19:47

GOVERNO: parola che nelle campagne dell'Italia centrale, anni fa, era attribuito allo spurgo dei pozzi neri, usato per concimare le piante da frutto e gli ortaggi...Gli anni passano, ma i significati sono duri a morire...

Uncompromising

Gio, 13/02/2020 - 19:50

Parafrasando un recente brano: "Dov’è dov’è dov’è dov’è dov’è... Il governo Dov’è dov’è dov’è???"

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 13/02/2020 - 19:51

Le sue argomentazioni sono logiche, le ho capite perfino io. Salvini sarà infamato diffamato e condannato dalle toghe. Gli italiani : "se lo condannano qualcosa avrà fatto","male non fare paura non avere", "dai processi non si scappa". Frasi indispensabili alle dittature nere rosse e gialle che ben conosciamo. Già visto.

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Gio, 13/02/2020 - 20:13

Ecco la prova che "gli italiani NON sono brava gente".

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 13/02/2020 - 20:58

Governo da 8 Settembre.............(tutti a casa!!!!)

ex d.c.

Gio, 13/02/2020 - 21:44

Non offendiamo Schettino. Sta pagando anche per altri mentre per Conte pagano altri.

Ritratto di Acquachiara

Acquachiara

Gio, 13/02/2020 - 22:13

Qui qualcuno beve troppo.

Duka

Ven, 14/02/2020 - 08:54

Immagine perfetta!!!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 14/02/2020 - 10:25

Concordo sul fatto che il silenzio di Conte all'epoca dei fatti non lo esclude da quella decisione politica.Pavida la sua difesa. Non concordo per niente invece sul rimprovero a questo governo, diverso dal precedente e che non può ne deve rispondere di quella decisione, della sua assenza durante il voto.L'attuale governo non aveva nemmeno il titolo per presenziare a quella discussione, non ne aveva il diritto,non c'entra nulla e non deve nemmeno immischiarsi perchè non gli compete.

acam

Ven, 14/02/2020 - 11:00

ma svetta su tutte la decisione di sergio attendere il referendum sulla legge disastro tanto bisogna aspettare che la legislatura finisca e forse vuol raddoppiare visto che napo nun c'è riuscito sarebbe un rcord per la sicilia

ulio1974

Ven, 14/02/2020 - 11:40

ierofante 17:21:forse tutto l'attuale governo non era necessario, ma almeno Giggino e Giuseppi sì, almeno per onestà. Toninelli è scusato: non ricorda più nulla, è stato visto vagare nel bosco a caccia di gnomi.

sparviero51

Ven, 14/02/2020 - 18:13

CONTE : DENTRO IL VESTITO NIENTE !!!