Conte sfida gli alleati: "Vedrete che non cadrò". Il Pd: "Ora siamo stufi"

Il premier sicuro di restare in sella rialza la testa. E i dem rischiano il logoramento

Su Dio ancora non si pronuncia, ma di certo il Papa sta con lui: all'indomani del suo primo duello con un Pd che sembra essersi scocciato di fargli solo da maggiordomo, il premier Conte non pare avere alcuna intenzione di abbassare la cresta. Anzi: non solo confida che Papa Francesco lo ha incontrato e «ha appoggiato» tutte le misure prese dal governo «per proteggere la popolazione», ma replica con una certa ironia ai Dem che lo invitavano a frenare sulla kermesse degli «Stati generali»: «Sento dire che bisogna fare con calma. Ma quale calma? Bisogna muoversi subito».

E aggiunge con sicumera che tanto lui - per mancanza di alternative - resterà dov'è, e che quindi i suoi alleati possono darsi una calmata: «Sento dire in continuazione: Conte cade, Conte cade. Fa parte del gioco, ho imparato a non meravigliarmi. Ma come si vede e si vedrà, non è così». Quanto alle «perplessità» del Pd, assicura, «sono rientrate».

Oggi Nicola Zingaretti riunisce la Direzione dem, e i suoi fanno sapere che «volerà alto», parlando «delle strade da prendere per la fase due, della sanità, del partito che vuole costruire: non farà polemiche con il governo, per ora». Di lanciare qualche avvertimento al premier si occuperanno altri, nel dibattito che seguirà all'introduzione del segretario. «Stavolta non si può sbagliare - dice al Corriere il vicesegretario Orlando - bisogna far arrivare il Paese pronto all'appuntamento con l'utilizzo delle risorse messe a disposizione dall'Unione europea. E pronto non significa solo che dobbiamo avviare alcune riforme che sono necessarie ma anche consentire a tutti i soggetti di questa sfida le imprese il settore finanziario e la pubblica amministrazione di prepararsi». Insomma, Conte e Casalino non pensino stavolta di poter improvvisare come con i dpcm sui runner e le autocertificazioni. «Noi dem siamo come il Cireneo dei Vangeli - dice un big del Nazareno - dobbiamo aiutare Conte a portare la croce, anche se la croce non ci piace. Ma iniziamo ad essere un po' stufi». E il problema è che portare la croce comincia ad essere anche poco redditizio: il Pd dà segni di cedimento nei sondaggi, e potrebbe persino tracollare se il premier, come minaccia, presentasse una sua lista imbarcando anche i furbi sopravvissuti di Leu, da Speranza a Bersani. E questo cedimento spiega l'improvviso risveglio: occorre darsi un ruolo e distinguersi dalla melassa contista, altrimenti «avremo lavorato solo per il Re di Prussia».

Nei prossimi giorni si insisterà su due fronti: il coinvolgimento delle opposizioni (e soprattutto di Forza Italia, che il Pd spera di «sganciare» da Salvini per avvicinarla a sè e fare da contrappeso agli sbandati grillini) sul Recovery Plan e sulla legge elettorale proporzionale, e la decisione ormai non rinviabile sul Mes. E anche qui con il coinvolgimento degli azzurri filo-Ue. Conte però continua a frenare, spaventato dai sommovimenti interni ai Cinque Stelle e dalla fronda filo-leghista e anti-europea. Al ministro Guerini, che lo sollecitava due giorni fa a fare «un passo avanti» sul Mes visto che è chiaro a tutti che l'Italia non può farne a meno, Conte ha replicato che bisogna aspettare: «Se tengo aperta quella partita, aumento la mia forza contrattuale per trattare sul Recovery Fund», ha ragionato. Come se agli altri paesi europei importasse qualcosa del fatto che l'Italia si tagli le gambe da sola dicendo no ad un prestito sanitario che farebbe risparmiare ai cittadini miliardi di interessi.

Quanto alla legge elettorale, l'intenzione del Pd (in questo d'intesa con il premier) è di arrivare ad un voto in commissione sull'impianto proporzionale entro l'estate. Per portarla in aula si aspetterà però l'autunno: «Dobbiamo dare tempo a Berlusconi, non può rompere con Salvini prima delle Regionali».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

MOSTARDELLIS

Lun, 08/06/2020 - 10:21

“…Papa Francesco lo ha incontrato e «ha appoggiato» tutte le misure”: ecco chi è Conte. Uno che si crede illuminto dallo Spirito Santo (Bergoglio) e che quindi può camminare sulle acque a dispetto di tutto e di tutti, dei nemici (opposizione che non ha mai ascoltato) e dagli amici, che pensa sia gentucola da imbrogliare a proprio uso e consumo, tipo Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno, dove ovviamente lui si sente un Bertoldo risuscitato. E invece è solo un poveraccio, centomila volte peggio del povero Bertoldino, che, quantomeno era onesto.

ItaliaSvegliati

Lun, 08/06/2020 - 10:29

Hahahaha il governo cade? Non ci credo assolutamente, si sputano in faccia poi si abbracciano e baciano....ma non mollano perché vanno a casa!!!

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Lun, 08/06/2020 - 10:40

E' vero. Non cadrà. Per il semplice fatto che è già caduto. Il tempo è finito. Ci sarà soro una lenta agonia, la nostra. E poi, questo mister Nessuno da nessuno chiamato, potrà andare a sedersi al parco, su una panchina d'oro ingiustamente avuta, insieme ad altri uomini inutili, come il professor Monti, o Monna Fornero...

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Lun, 08/06/2020 - 10:43

Vedrete che adesso Papa Francesco intercederà affinché Conte venga accettato dall'Argentina quale autorevole, capace e determinante aiuto per risolvere definitivamente gli atavici problemi di quella terra martoriata .... speriamo lo faccia presto, ce lo tolga di torno e che, soprattutto, si porti con sé casalino.

Ritratto di pulicit

pulicit

Lun, 08/06/2020 - 10:45

Si crede padre eterno questo vergognoso individuo. Siamo governati da gente incapace.Regards

Ritratto di saggezza

saggezza

Lun, 08/06/2020 - 11:03

Muoia Sansone con tutti i filistei.

jaguar

Lun, 08/06/2020 - 11:03

Tempo qualche mese il PD gli farà lo sgambetto e cadrà, eccome se cadrà.

bernardo47

Lun, 08/06/2020 - 11:11

Il pd sta lavorando......

Happy1937

Lun, 08/06/2020 - 11:13

Attento Giuseppi, con gli Stati Generali il treno per Volturara Appula Ti aspetta in primo binario!

RGM

Lun, 08/06/2020 - 11:16

Leggo spesso e raramente partecipo a questo siparietto. Uno sfogatoio per i malumori destati dal nostro scenario. Quanto utile? Temo che sia di qualche utilità soltanto a chi si sfoga. Come nei sondaggi. Inutili nella pratica. Si andrà al voto solo a scadenza. Lo sanno tutti in primis chi è al governo. Nessun morto che cammina vuole finire nella tomba prima del tempo stabilito dalla legge.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 08/06/2020 - 11:17

Conte parla molto, ma conteranno i fatti non le chiacchiere, che ora “stanno a zero”! Ciò che importa é che il centro destra resti unito, per l’interesse comune.

kallen1

Lun, 08/06/2020 - 11:27

Il guaio è che, purtroppo, ha ragione Conte: nessuno si prenderà la responsabilità di togliergli la fiducia perchè sanno che, dopo, ci sarà il voto e sul cui esito non hanno, al momento, alcun dubbio di quale sarà...

Sempreverde

Lun, 08/06/2020 - 11:29

Suo padre affermò che Giuseppy è mosso da una ambizione sfrenata e tutti ci ricordiamo bene di come il presidente del consiglio abbia fantasticato nel suo curriculum corsi e perfezionamenti, smentiti da tutte le sedi universitarie nei suoi claims, in prestigiose istituzioni accademiche USA. Politicamente opportunista con eccesso di egocentrismo ( conferenze del sabato sera ) con limiti nel pensiero complesso. La sua linea principale è pensare a se stesso, ipocondriaco e non competitivo ma irascibile, conflittuale nei rapporti con la partner, massa cerebrale sotto media (testa piccola) effemminato retorico ma disordinato nell’azione. Scarsa consequenzialità nel ragionamento, ( il virus normale influenza, siamo preparati, scuole aperte-chiuse-riaperte-chiuse..,) timore verso responsabilità (800 consulenti). Al paese in ricostruzione serve uno così?

bernardo47

Lun, 08/06/2020 - 11:33

Stiamo a vedere se Europa ci riconosce gli aiuti intanto.....

tormalinaner

Lun, 08/06/2020 - 11:42

Berlusconi ,bulimico del potere, non vede l'ora di fare da sponda con i comunisti, tradento una vita di ideali, con la scusa di aiutare gli italiani ma in realtà aiuta solo se stesso. Perderà un sacco di voti.

Calmapiatta

Lun, 08/06/2020 - 11:57

Certo che non cadrà. Tanto PD quanto M5s si sono incatenati alla poltrona e a Renzi questa situazione piace proprio tanto. Non cadrà il governo, avrà tempo di fare altri danni.

Beaufou

Lun, 08/06/2020 - 12:08

I 5S credevano di aver fatto un affare con Conte, ma dovevano aspettarsi qualche sorpresa: Conte s'è deciso a pagare Equitalia quando gli hanno ipotecato la casa, non è uno che s'arrende facilmente. Finchè non lo sbattono fuori a calci, si terrà la sua poltrona. Il suo motto è "Après moi le déluge" (non è originale, ma l'ha fatto suo). Dopo di lui il diluvio, che si spera travolga, oltre l'economia italiana, i grulli comunisti e i più grulli grillini. Sperém.

veromario

Lun, 08/06/2020 - 12:16

Ha ragione da.vendere sa benissimo con chi ha a che fare quelli per quella poltroncina vendono anche la.madre fanno i duri e puri ma quando si arriva al dunque ridiventano i soli uomini piccoli piccoli come sono.sempre stati.

dredd

Lun, 08/06/2020 - 12:38

Purtroppo non cadrà, è questo il dramma

Luigi Farinelli

Lun, 08/06/2020 - 13:43

"Vedrete che non cadrò!" E certo, visti i "protettori" che sostengono questo governo: potentati e massoneria Ue; appoggio mediatico nazionale pressochè totale; giudici "imparziali di parte" (ossimoro); appoggio dell'ONU e OMS che sostengono l'IPPF multinazionale dell'aborto tanto cara femministe e femministi anche nostrani; appoggio della CEI, nonostante il Governo voglia trasformare padre e madre in genitore 1,2....n e voglia influenzare il cervello dei bambini col gender (Forteto e Bibbiano sono ancora troppo poco) puntando all' eliminazione dell'obiezione di coscienza dei medici pro-life (bella coerenza col Cristianesimo!). Metteteci i "grandi" intellettuali (tutti di sinistra, oggi tutti globalisti, amici della finanza "creativa", di generosi filantropi da Società Aperte immigrazionite fino al delirioe, naturalmente (ultima moda) di ANTIFA (sovvenionata da Soros) ed ecco spiegato perchè il governo non cade e Conte è tanto sicuro.

Robdx

Lun, 08/06/2020 - 16:03

Bernardo47 dice che il pd sta lavorando?e su cosa?oltre alla sanatoria per 600mila galeotto quale sarebbe il “programma”?!