Coronavirus, gaffe di Mark Rutte: "Stretta di mano vietata". Ma lui la dà

Il premier olandese in conferenza stampa comunica il divieto: poi si distrae e stringe la mano al suo interlocutore

Nella serata di ieri non c'è stata solamente la conferenza stampa di Giuseppe Conte per comunicare agli italiani le nuove e più stringenti misure contro il coronavirus. Già, perché sostanzialmente in contemporanea si è tenuta anche quella del collega olandese, chiamato a riferire al suo popolo i provvedimenti adottati dai Paesi Bassi per combattere il Covid-19. Nel farlo, però, Mark Rutte ha commesso la più classica delle gaffe.

Dopo aver comunicato il divieto di salutarsi stringendosi la mano, il premier – al termine del suo discorso al Paese – si è congedato dal palco e dal suo interlocutore, Jaap van Dissel, il capo del Centro olandese per il controllo delle malattie infettive, stringendogli la mano (!).

Perché, si sa, le vecchie e sane (ma non in tempi di coronvirus) abitudini sono dure a morire. E il video che immortala il premier olandese annunciare il divieto di darsi la mano per poi infrangerlo un secondo dopo è una di quelle polaroid più significative di questi giorni difficile, che rimarranno ben vive nella memoria in futuro.

"D'ora in poi smetteremo di stringere la mano", ha annunciato in conferenza stampa ieri sera, tra i diversi consigli dati ai suoi connazionali per limitare i rischi di contagio. "Si può toccare con i piedi o con i gomiti, o con qualsiasi cosa si possa trovare... ma da oggi in poi smetteremo di stringere la mano". Ecco Subito dopo, Rutte si è voltato e istintivamente ha stretto con entusiasmo la mano a Jaap van Dissel, che era al suo fianco sul palco preposto per la conferenza stampa.

Appena si è reso conto dello scivolone, Rutte ha provato a sdrammatizzare e ci ha scherzato su: "Scusate, scusate! No, non è permesso! Facciamolo di nuovo", ha detto Rutte sorridendo e i due si sono dati il gomito e hanno lasciato la sala fra le risate di fotografi e giornalisti. E di sicuro anche a casa qualcuno avrà messo per qualche secondo la preoccupazione da parte e si sarà sbellicato dalle risate.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

killkoms

Mar, 10/03/2020 - 13:39

e poi saremmo noi a non rispettare le regole!

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 10/03/2020 - 14:51

I distratti sono presenti ovunque, ed infatti noi ne abbiamo tanti, anche troppi. I nostri politici, inoltre, sono sempre molto distratti quando circola la voce di andare subito a nuove elezioni. Non lo vogliono neppure pensare: a loro va comunque tutto bene, mentre noi paghiamo.