Politica

D'Alema vola a Pechino per celebrare l'anniversario di Marx

L'ex premier al congresso mondiale organizzato dall'ateneo della capitale cinese

D'Alema vola a Pechino per celebrare l'anniversario di Marx

Trecento studiosi e ricercatori riuniti per parlare di Karl Marx a 200 anni dalla sua nascita e tra di essi l'ex primo ministro Massimo D'Alema. C'è anche lui tra quanti sono volati in Cina, per un congresso mondiale organizzato dall'Università di Pechino dove sono tre gli italiani che hanno preso la parola.

"In Marx ritroviamo il rigore di un metodo e la forza di una passione che deve spingerci a non arrenderci allo 'stato di cose presenti' e a lottare incessantemente per trasformare la realtà e costruire il futuro", ha detto in conclusione della sua relazione Massimo D'Alema, protagonista di un prolisso intervento.

Ventimila battute, secondo Repubblica, che hanno coperto un periodo che va dal crollo del Muro di Berlino al neoliberalismo e alla crisi economica e in cui ha detto che: "Se volessimo utilizzare una parola antica dovremmo dire che c'è bisogno di un nuovo internazionalismo".

"Oggi nessuna sfida - ha aggiunto - può essere vinta senza ristabilire un primato della politica sull'economia rovesciando il dogma neoliberista. Spetta alla politica, infatti, dare le risposte che il mercato non è in grado di dare".

Commenti