"Con una destra provocatoria non si conquista il governo"

Berlusconi: "In tutti gli altri paesi europei la destra di Le Pen o di Farage ha fatto passi avanti nei risultati elettorali ma non ha mai conquistato posizioni di governo"

"Con una destra provocatoria non si conquista il governo"

"Non è con una destra che si pone in una dimensione provocatoria rispetto ai governi che si riesce a catturare il consenso sufficiente a governare". Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, a Napoli per sostenere il candidato del centrodestra Stefano Caldoro, risponde così alla domanda se un risultato alle regionali favorevole alla Lega possa fagocitare Forza Italia.

"In tutti gli altri paesi europei la destra di Le Pen o di Farage ha fatto passi avanti nei risultati elettorali ma non ha mai conquistato posizioni di governo", ha aggiunto il Cav. Che poi, rispetto alle defezioni dal partito e ai cambi di casacca, ha immaginato "un ressemblement di moderati dove lo spazio venga lasciato solo a persone che vengano dal mondo delle imprese, del lavoro, del volontariato e della cultura e si abbia il coraggio di escludere quei protagonisti della politica che hanno dimostrato di agire solo per il loro tornaconto".

Sulla politica estera: "Oggi l’Italia non ha rilevanza in Europa e a livello internazionale. Durante i miei governi ci facevamo sentire. Abbiamo posto fine alla guerra fredda scrivendo il trattato tra Nato e federazionerussa, parola per parola. La Merkel indicò il nostro Mario Draghi per la Banca europea. In ogni decisione era importante il mio parere come uomo politico e assennato imprenditore".

E sulla nuova legge anticorruzione, il leader Fi spiega: "Non è aumentando la pena che si può diminuire l’attuazione di un reato. In un paese si dovrebbe avere una magistratura non schierata".

Infine, in merito al futuro del partito, Berlusconi ha ribadito: "Solo nelle monarchie il leader sceglie il suo successore, in democrazia no. Ho fatto un paragone con gli Stati Uniti, qui abbiamo i Democratici mancano i Repubblicani".

Commenti