Emergenza rifiuti, Crocetta indagato per abuso d'ufficio

L'ex governatore nei guai per una serie di decisioni prese durante l'emergenza

Emergenza rifiuti, Crocetta indagato per abuso d'ufficio

È indagato per abuso d'ufficio l'ex presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta. Con lui un'altra ventina di persone sono finite nei registri della procura e tra questi il dirigente Maurizio Pirillo e una serie di funzionari regionali, accusati per come nell'estate del 2016 venne gestita l'emergenza rifiuti.

Secondo la procura palermitana Crocetta avrebbe autorizzato con una serie di ordinanze urgenti, lo spostamento di 6.900 tonnellate di rifiuti in alcune discariche della zona di Catania. E se l'ex presidente pensava che l'emergenza sanitaria giustificasse la decisione, la magistratura ritiene invece che non abbia seguito i parametri che sono previsti dalla legge.

Il secondo punto su cui i giudici vogliono fare maggiore chiarezza, legato al precedente, riguarda il fatto che autorizzando in deroga lo spostamento di più rifiuti di quanti ne consentirebbero le norme, Crocetta avrebbe fatto salire i guadagni dei proprietari delle discariche.

All'ex governatore è già arrivato un avviso di garanzia.

Commenti