Festa della Repubblica, Mattarella: "Crisi non finita, serve coesione"

Mattarella alle celebrazioni della Festa della Repubblica: "La crisi non è ancora finita". Poi la visita a Codogno: "Da qui riparte l'Italia del coraggio"

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Festa della Repubblica questa mattina si è recato all'Altare della Patria onorando la tomba del Milite ignoto con la deposizione di una corona d'alloro.

Al contrario di quanto avvenne il 25 aprile, insieme a Mattarella sono presenti anche altre autorità istituzionali tra cui il presidente del consiglio Giuseppe Conte, del ministro della Difesa Lorenzo Guerini, dei presidenti della Camera e del Senato, Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati e dal presidente della Corte costituzionale Marta Cartabia. Ai lati del monumento, inoltre, c’erano anche i vertici militari e una rappresentanza delle professioni sanitarie che hanno combattuto in prima persona l'epidemia di coronavirus.

Per l’occasione è stato esposto un enorme tricolore proprio di fronte all'Altare della Patria. Quest’anno, però, a causa dell'emergenza sanitaria non si è potuta svolgere la tradizionale Parata ai Fori Imperiali. In compenso, durante la cerimonia, è avvenuto il passaggio delle Frecce Tricolori. Subito dopo la cerimonia, il capo dello Stato andrà in visita a Codogno in Lombardia, paese simbolo della pandemia di coronavirus. Questa sera Mattarella rientrerà a Roma dove prenderà parte a un concerto organizzato all'ospedale Spallanzani.

"Cari Prefetti, nel 74° anniversario della fondazione della Repubblica rivolgo a voi - e, per il vostro tramite, agli amministratori locali e a tutti coloro che ricoprono pubbliche funzioni - l'augurio più sincero affinché questa data sia occasione per ciascuno di una rinnovata riflessione sui valori fondativi repubblicani. La ricorrenza del 2 giugno coincide quest'anno con un momento particolarmente difficile per il Paese, che si avvia alla ripresa dopo la fase più drammatica dell'emergenza sanitaria da Covid-19", ha scritto il capo dello Stato in un messaggio inviato ai Prefetti d’Italia.

Il presidente della Repubblica sottolinea che "le dimensioni e la gravità della crisi, l'impatto che essa ha avuto su ogni aspetto della vita quotidiana, il dolore che ha pervaso le comunità colpite dalla perdita improvvisa di tante persone care, hanno richiesto a tutti uno sforzo straordinario, anche sul piano emotivo. L'eccezionalità della situazione ha determinato difficoltà mai sperimentate nella storia della Repubblica, ponendo a tutti i livelli di governo una continua domanda di unità, responsabilità e coesione".

"Nella prima fase dell'emergenza - ricorda Mattarella - voi Prefetti siete stati fortemente impegnati a garantire da un lato l'attuazione delle misure di contenimento del contagio, dall'altro la continuità delle filiere produttive e dei servizi essenziali nonché, più in generale, la tenuta sociale ed economica dei territori. Affiancando e sostenendo, con generosità e abnegazione, l'azione dei Sindaci, delle Autorità sanitarie e di tutte le componenti del sistema di Protezione Civile, siete stati un sicuro punto di riferimento per le Istituzioni locali e i singoli Cittadini". Mattarella ha rivolto un pensiero ai dipendenti pubblici morti a causa del coronavirus: "Molte sono state le vittime della malattia fra quanti la hanno affrontata per motivi professionali o per incarichi ricoperti: rivolgo il mio grato, commosso pensiero a sindaci, sanitari, appartenenti alle forze dell'ordine e a tutti i pubblici dipendenti deceduti a causa del virus".

Il Capo dello Stato, inoltre, ha avuto parole di incoraggiamento anche per i giovani: "La necessità di frenare la diffusione del virus ha imposto limitazioni alla socialità, sacrificando l'affettività e i legami familiari; i più giovani sono stati temporaneamente privati dei luoghi in cui si costruisce e rafforza il senso civico di una collettività, primi fra tutti la scuola e lo sport". Per questo Mattarella auspica che il 2 giugno sia una giornata per riflettere "sui valori fondativi repubblicani".

Dopo la celebrazione di Roma, Mattarella ha raggiunto Codogno, località ormai divenuta una sorta di simbolo dell’emergenza sanitaria. Le zone rosse prima e poi l'intero Paese, "hanno dato una grande prova di senso civico. Grazie ai nostri concittadini per l'esempio che hanno dato a tutta l'Europa e al mondo", ha affermato il Presidente della Repubblica aprendo il suo discorso alle celebrazioni del 2 Giugno nel comune lombardo.

Ringraziando innanzitutto i cittadini italiani, poi gli amministratori locali, il governo e le istituzioni, il capo dello Stato ha sottolineato che "la celebrazione del 2 giugno - l'anniversario della nascita della nostra Repubblica - ha luogo quest'anno qui, a Codogno e, idealmente, nei tanti altri luoghi in cui il dolore ha colpito il nostro popolo e dove conto di recarmi in altre prossime occasioni. In questi luoghi si ritrova oggi la Repubblica". "Da Codogno dove è iniziato il nostro percorso di sofferenza- ha aggiunto- vogliamo ribadire i valori della Costituzione, ricordando nuovamente i tanti nostri concittadini morti per il coronavirus e rinnovando grande solidarietà ai loro familiari e alle loro comunità".

Mattarella, poi, ha voluto ricordare quanti hanno perso la vita a causa del coronavirus e ha affermato che "questi vuoti sono ferite che possiamo tentar di curare soltanto con il ricordo. Ricordando nomi, volti, storie. Uno per uno. Occorrerà pensare a un modo efficace e comune per raccogliere e custodire questo ricordo e per rappresentare il pensiero di omaggio dell'Italia per le vittime di questa epidemia". La visita a Codogno nel giorno della Festa della Repubblica "consente di poter sottolineare, ancora una volta, la riconoscenza della Repubblica a quanti si sono prodigati per curarli e assisterli negli ospedali, nei presìdi territoriali, a domicilio. Senza domandarsi chi fossero, da dove venissero, che opinioni avessero ma guardando esclusivamente al loro essere persone", ha affermato ancora il presidente della Repubblica.

Il capo dello Stato ha anche assicurato che "non andrà dimenticato quanto, in questi mesi, hanno fatto, con generosa abnegazione, tanti medici, infermieri, personale impegnato nei diversi ruoli della sanità, farmacisti. Lungi dal sottrarsi al proprio compito, hanno contrastato l'epidemia con coraggio, sovente ponendo a rischio la propria salute. Molti sono rimasti vittime del loro senso del dovere. Non vi sono parole sufficienti per esprimere quanta gratitudine meritino da parte di tutti gli italiani". In considerazione dell’enorme e difficile impegno profuso in questi mesi, Mattarella ha anche rivolto un sentito ringraziamento al mondo della scienza: "la riconoscenza va al mondo della scienza e della ricerca, su cui sono poste le attese di tutti per l'individuazione di farmaci specifici e di un vaccino".

Eppure, anche in una situazione grave e carica di dolore è emerso un aspetto buono degli italiani. Mattarella, infatti, ha spiegato che nel fronteggiare l'emergenza Covid-19, "abbiamo anche assistito allo svilupparsi di reti di solidarietà a opera di persone di ogni età che, in forme diverse, hanno svolto funzione di assistenza, di aiuto, di conforto nei confronti di chi si trovava in difficoltà. Siamo stati testimoni di migliaia di gesti solidali, coraggiosi, di testimonianze di altruismo, di abnegazione e spesso di inventiva nell'aiuto a chi ne aveva bisogno. Si è manifestato un patrimonio morale presente nel nostro Paese, spesso sommerso, che va esaltato e messo a frutto E' il sommerso del bene. Che va fatto prevalere, va fatto affiorare, affinché caratterizzi in modo positivo la ricostruzione che attende la nostra società".

Infine, il Capo dello Stato Sergio Mattarella si è recato all'interno del cimitero monumentale di Codogno e qui ha deposto una corona di fiori in ricordo di tutte le vittime del coronavirus.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

antonmessina

Mar, 02/06/2020 - 10:32

cominci a sciogliere il csm poi avra diritto di dirci cosa fare

jaguar

Mar, 02/06/2020 - 10:36

La crisi sanitaria forse sta finendo, per quella economica il "bello" deve venire.

Iacobellig

Mar, 02/06/2020 - 10:38

Pensare al paese e difendere gli interessi degli italiani non significa tenere al governo un’ammucchiata di sinistra incapace non decisa dal popolo. Pertanto Mattarella sciogli le camere subito e lascia che il popolo voti e si scelga il governo che dovrà provvedere alla ricostruzione e alla riforma della giustizia, csm compreso. Non può essere la sinistra a mettere mani alla giustizia visto quanto accaduto e tantomeno bonafede inadeguato incapace non all’altezza oltre al resto del M5S.

Jon

Mar, 02/06/2020 - 10:42

Le Freccette Tricolori..da nazione delle Banane!! Gettare denari oggi e' sacrilego!! La Crisi deve ancora iniziare egregio PdR..Lei non potra' mai capire il Disaastro che avete causato al Paese, ridotto in macerie, dal Virus della giustizia Corrotta, dei Politici ipervenduti, dalla Cremazione della Costituzione, dall'ossessione creata nei Cittadini, per rapinare loro i Risparmi.. MA CERTO!! LEI RIFLETTA PER PRIMO PRESIDENTE!!

MEFEL68

Mar, 02/06/2020 - 10:43

Ho l'impressione che la coesione citata da Mattarella faccia rima con sottomissione. In altre parole: l'opposizione lasci stare le proprie idee fasciste e razziste e ubbidisca. Questa non è democrazia;specie se si tiene conto della selvaggia ostruzione fatta ai tempi di Berlusconi e ora a Salvini. Altri due punti di guadagno nei sondaggi e sarà il turno della Meloni. Come coesione non c'è male.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mar, 02/06/2020 - 10:48

Mattarella deve capire che se vuole che gli Italiani siano concordi e amino il loro Paese non è sufficiente fare cerimonie e far volare la pattuglia azzurra per i cieli italiani ma servono riforme e decisioni sostanziali: 1° Riforma della giustizia con l'obbligo per i giudici di essere apolitici a vita, e punizione esemplare di chi ha sbagliato con esclusione immediata e licenziamento, come per ogni cittadino lavoratore che ha fatto gravissimi errori verso il datore di lavoro(in questo caso lo stato. Indire immediatamente, appena possibile le elezioni regionali e politiche e rispettare l'esito. Se non c'è maggioranza avere d'obbligo a breve nuove elezioni. Obbligo di non cambiare casacca, altrimenti dimissioni obbligatorie. Forse così avremmo una nazione seria rispettata dai cittadini e all'estero.

Giorgio Colomba

Mar, 02/06/2020 - 10:52

Quale primo garante dei due esecutivi a trazione grillina che hanno spalancato il baratro agli italiani - e non parliamo di Csm - parrebbe poco autorizzato a pontificare.

machimo

Mar, 02/06/2020 - 10:53

Esatto antonmessina

gianf54

Mar, 02/06/2020 - 10:53

Dice sempre le stesse cose trite e ritrite; poi, nomina qualche cavaliere, qualche commendatore, e il suo compito è già finito.......; Ma a che serve?

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 02/06/2020 - 10:54

Egregio MEFEL68, temo purtroppo lei abbia perfettamente ragione!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 02/06/2020 - 10:59

non ho seguito la cerimonia..ha parlato del mega scandalo csm??

Beaufou

Mar, 02/06/2020 - 11:05

"Affiancando e sostenendo, con generosità e abnegazione, l'azione dei Sindaci, delle Autorità sanitarie e di tutte le componenti del sistema di Protezione Civile,...". Generosità e abnegazione? I prefetti? Ahahah. Fine umorista, il Mattarella. Ma quale generosità, quale abnegazione: i prefetti si sono barcamenati cercando di schivare le situazioni in qualche modo rischiose per il loro fin troppo quieto vivere, ancora una volta dimostrando l'assoluta inutilità della loro presenza. Mattarella, meno retorica, prego, anche se capisco che è l'unica cosa che conosce. Ri-ahahah.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 02/06/2020 - 11:07

Festa della Repubblica. Ben due errori grossolani. Primo: non vedo cosa ci sia da festeggiare quando è sotto gli occhi di tutti (almeno di coloro che "vedono" anche col cervello) che siamo governati da una congrega di soggetti usurpatori che si sono alleati solo per non fare vincere Salvini e per incollarsi alla poltrona con quel che ne consegue. Non solo ma si è scoperchiata la vergognosa realtà della magistratura al governo della nazione. Secondo: ...è una Repubblica? La fine del discorso del pdr è stato: Sono fiero del mio Paese. Ed io ho commentato: Sì, però è il paese a non essere fiero di te...

roxi2

Mar, 02/06/2020 - 11:19

Cominci a fare il presidente di tutti gli italiani e gli permetta di votare anche se l'esito non gli sarà gradito .

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Mar, 02/06/2020 - 11:24

RESISTERE RESISTERE RESISTERE, Dio che goduria poter usare gli slogan sinistrorsi contro i suddetti. Altro che coesione, anzi si per loro la coesione c'è ma solo con la poltrona.

istituto

Mar, 02/06/2020 - 11:25

Si parla di coesione e poi si nega al Centrodestra di mettere una corona al Monumento al Milite Ignoto...( e si consente a clandestini irregolari di partecipare e manifestare pubblicamente) . Si parla di coesione e poi ( quando si invocava la collaborazione del centrodestra ad elaborare leggi durante il periodo di Corona Virus) su 201 leggi proposte dal centrodestra gliene si approva una soltanto....tanto per dare dare l'illusione di unità e democrazia....È un regime e unità non c'è, non ci sarà e non vi può essere con i dittatori. L'ulteriore prova provata della dittatura di sinistra emerge dalle intercettazioni del CSM.

27Adriano

Mar, 02/06/2020 - 11:27

Bla bla e ancora inutili bla.

steluc

Mar, 02/06/2020 - 11:28

@ dlux. , aggiungerei , Repubblica? Veramente, i risultati del referendum del 46 a tutt’oggi sono quanto meno dubbi. Se coesione , poi, significa chiudere in gabbia un popolo come criceti, mazziandolo quando mette il naso fuori mentre i migranti organizzano tornei di calcio nelle piazze, stiamo freschi.E simbolicamente, perché il PdR è sceso , a Codogno, da un Audi? Alfa Romeo, no? Un bel aiuto, alle maestranze italiane.....

istituto

Mar, 02/06/2020 - 11:30

Mefel68. Concordo pienamente con il suo post. Non vogliono opposizione né democrazia. Quando c'era il centrodestra al Governo , ha lasciato che la Sinistra all'opposizione facesse casino ( eufemismo) e strillasse e manifestasse contro dal primo all'ultimo giorno senza dire una parola.

amedeov

Mar, 02/06/2020 - 11:32

Se vuole la coesione,deve ridare agli italiani la facoltà di esprimersi con il voto.La sovranità appartiene al popolo, come dice la costituzione, non ai giocatori di palazzi

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mar, 02/06/2020 - 11:33

Adesso c'é bisogno di coesione, domani ci sarà bisogno di responsabilità, dopodomani ci sarà bisogno di unione etc. etc. etc. Parole vuote che servono solo a procastinare la data delle elezione politiche. Unico vero bisogno primario dell'Italia e degli Italiani.

Ritratto di nordest

nordest

Mar, 02/06/2020 - 11:35

Con quale coraggio lei presidente parla di coesione : se lei per primo non rispetta le volontà del popolo sovrano ?

Ritratto di saggezza

saggezza

Mar, 02/06/2020 - 11:44

Basta 'a salute e un par de scarpe nove poi gira` tutto er monno... e m'a accompagno da me.. A quando la sostanza?

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 02/06/2020 - 11:49

parole, parole, ma quando si dimetterà ?

agosvac

Mar, 02/06/2020 - 11:54

Ovviamente neanche una sola parola su quello che attualmente interessa gli italiani: la fine della dittatura dei magistrati politicizzati. Neanche una parola su questo Governo balordo che tanti danni ha fatto e continua a fare. Del resto è molto difficile trovare una persona di sinistra che riconosca i guai combinati da un Governo di sinistra.

sbrigati

Mar, 02/06/2020 - 11:59

La coesione auspicata dal PdR sarebbe possibile se si facesse piazza pulita del marcio che alberga nella magistratura. Allora gli Italiani potranno vedere i propri rappresentanti agire senza interferenze esterne.

carlo dinelli

Mar, 02/06/2020 - 12:03

Stranamente la coesione serve solo quando fa comodo alla Sinistra, vero? Cosa mi dice, Presidente, a proposito di coesione (contro Salvini) del CSM?

marc59

Mar, 02/06/2020 - 12:14

Chi semina pioggia raccoglie tempesta mi ha sempre insegnato mio padre di 99 anni. Lei ha fatto tutto questo adesso chiede coesione? Prima le elezioni poi si vedrà.

machimo

Mar, 02/06/2020 - 12:17

Ha pienamente ragione Jon

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mar, 02/06/2020 - 12:31

Quando in Italia c'è stato il pagliaccesco "colpo di stato di Borghese" durato due ore c'è stato un sommovimento di piazza e di istituzioni durato anni, ora che la sinistra, attraverso metodi antidemocratici (magistratura, media,certo sindacato, alte cariche...) attuano un colpo di stato larvato ma reale da vari decenni(anche quando c'era un governo di centro-destra) nessuno si muove o può muoversi. Che ci sia un motivo all'origine? Forse perché la sinistra controlla tutti i gangli dello stato in vario modo? Ma voi pensate cosa sarebbe successo, ad esempio, se si fosse ora scoperto quello che ha fatto certa magistratura di sinistra a danno della democrazia e dei cittadini visto a parti invertite?

SemprePiùBasito

Mar, 02/06/2020 - 12:36

Caro Presidente ora non serve la coesione tanto richiesta ma mai attuata da questo Governo. Qui ci vuole solamente una pulizia spietata di tutto il marcio che questa Nazione ha e nasconde sotto la facciata del perbenismo. Dalla sinistra alla Magistratura agli incompetenti, tutti personaggi chenuocciono a questo Paese. W l'Italia ma un'Italia pulita.

MOSTARDELLIS

Mar, 02/06/2020 - 12:47

Purtroppo Mattarella ancora una volta non rappresenta più il popolo italiano e non è più il garante della Costituzione. Fino a che non scioglierà il CSM e le Camere è inutile che continui a rivolgersi al popolo italiano.

ItaliaSvegliati

Mar, 02/06/2020 - 12:57

Cerca coesione solo quando vede in pericolo la dittatura delle 4 sinistre....pura ipocrisia...e sul CSM silenzio totale...vergogna e basta, non mi rappresenta!!

Frusta2

Mar, 02/06/2020 - 13:12

Ogni volta che parla Mattarella spengo l’audio e giro la testa altrove per non guardare un pdr che non sta rapperesentando tutti gli italiani. Lui chiede coesione ma non è la persona giusta a chiedere ciò. Si faccia sentire non solo per le solite banalità. La coesione la avrà se sarà super partes. Cominci con il csm , visto che ne è il più alto rappresentante, sciogliendolo . Solo allora capirò che mi rappresenta. Per ora è il pdr di Conte e dei grullini.

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mar, 02/06/2020 - 13:14

Quante parole inutili e FALSITA'! La solita tiritera infarcita di aggettivi superlativi ma VUOTE di sostanza tipica dei cerchiobottisti. IPOCRITA!

casela

Mar, 02/06/2020 - 13:22

Anche oggi come ieri il Presidente si è rivolto agli italiani tutti, peccato che non ha bia dato un forte manrovescio alla "banda di inetti e falsi del governo" che ci sanguisano il sangue senza far niente per la patria.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mar, 02/06/2020 - 13:29

Basta con i soliti discorsi ipocriti ad ogni solenne occasione. La coesione non esiste, è una bufala. La coesione è resa impossibile dalla minoranza di sinistra che si è incistata in ogni settore strategico del potere, e dall'alto delegittima tutti gli avversari, considerandoli nemici da abbattere. Brandisce impropriamente l'ANTIFASCISMO e dà lezioni di superiorità morale e culturale, mentre di fatto i suoi esponenti sono i veri FASCISTI mascherati da falsi democratici.

Ritratto di Bob184

Bob184

Mar, 02/06/2020 - 13:30

Il funzionario PCI al novello Onorevole Peppone: Noi la distensione la chiediamo, non la accettiamo. Passati sessant'anni, niente è cambiato.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 02/06/2020 - 13:32

Alto Adige, separatisti spostano il confine: sfregio all'Italia il 2 giugno, "voi siete un danno" ..... ..... ..... MATTARELLA, COSA RISPONDE? CHE AZIONI PENSA DI INTRAPRENDERE? QUALI SARANNO LE SUE INIZIATIVE? ..... IN QUESTO CASO, LE PAROLE NON BASTANO !!!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 02/06/2020 - 13:43

Serve coesione, come dice il Presidente, ma purtroppo nessuna coesione esiste a livello nazionale, per una serie di problemi che Lui certamente ben conosce, fra i quali il primo è il capo del Governo, l’avvocato Conte, che attualmente si muove come venditore di fumo, sempre più lontano dalla realtà.

Savoiardo

Mar, 02/06/2020 - 13:44

NON C'E' SPERANZA PER L'ITALIA REPUBBLICA FONDATA SUL LAVORO.....DEGLI ALTRI.ALTRO CHE H24 7/7 ! ! ! COME HANNO RAGIONE LE VIGNETTE OLANDESI.

handy13

Mar, 02/06/2020 - 13:56

...Coesione è un termine che si riferisce a forze che stanno insieme a non dividersi,... quindi può essere riferito a 5Stelle e PD,... non fra governo ed opposizione, che sono già ora divise,...purtroppo lo doveva capire Salvini quando era legato ai 5Selle,...ma NON lo ha capito ed è scappato......

silvano45

Mar, 02/06/2020 - 14:10

Soliti frasi inutili retoriche come ai terremotati"non vi lasceremo soli".Cominci a sciogliere il CSM dove si annida solo brama di potere e le tre scimmietta la fanno da padrone non vedo non sento non parlo, poi si faccia carico di eliminare gli inutili ed eccessivi alti funzionari del quirinale del taglio dei loro stipendi e pensioni che sono uno schiaffo al paese poi ne riparliamo

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Mar, 02/06/2020 - 14:18

Jon Mar, 02/06/2020 - 10:42....M'hai tolto le parole di bocca!! analisi perfetta !!

machimo

Mar, 02/06/2020 - 14:18

Elezioni mattarella se vuole essere coerente con il popolo...

cgf

Mar, 02/06/2020 - 14:24

passarella, ma come mai non è venuta in mente a giuseppi e compare gigini?

barnaby

Mar, 02/06/2020 - 14:31

A chi chiede unità, responsabilità e coesione se in piena pandemia la minoranza che è al governo lascia entrare migliaia di clandestini e ne regolarizza altri 200.000? Se di fronte al gravissimo scandalo Palamara-CSM demanda tutto al governo e al parlamento? Al governo che si è formato (come tutti loro dicevano e dicono) per non fare vincere Salvini? Cioè, coloro che hanno beneficiato del comportamento di certa magistratura dovrebbero rivoltarla come un calzino? Da ridere, anzi da piangere. Purtroppo certi discorsi inutili e retorici sarebbe meglio che ce li risparmiassero.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 02/06/2020 - 14:40

perderà tempo. e anche consensi! :-)

maxfan74

Mar, 02/06/2020 - 15:19

Adesso servono elezioni democratiche...

Fjr

Mar, 02/06/2020 - 15:24

le frecce tricolori a 100000 euro l'ora erano proprio necessarie?, dare un piccolo segno a chi si e' fatto il mazzo e ha rischiato nelle corsie e nelle terapie intensive quello nooooo eeee?Comunque quando avra' fatto piazza pulita in quello schifo chiamato CSM allora e solo allora faccia un fischio magari qualcuno la ascoltera'

Fjr

Mar, 02/06/2020 - 15:26

Mattarella adesso che si sara' usciti dalla crisi epidemica quali altre balle saremo costretti a sentire?

Ritratto di Marving

Marving

Mar, 02/06/2020 - 15:59

Egr. Sig. Presidente, chi chiede agli altri deve il primo a dare, invece di giocare con gli articoli della Costituzione o con le più ridicole valutazioni di opportunità, ci liberi dalla Magistratura comunista e poi chieda.

Uncompromising

Mar, 02/06/2020 - 15:59

Un sacco di belle parole, ma la realtà è un'altra e ben diversa.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Mar, 02/06/2020 - 16:03

Peccato che non sappia come esprimere uno sbadiglio scrivendo. Sarebbe la giusta risposta al vostro presidente.

un_infiltrato

Mar, 02/06/2020 - 16:16

Inopportuna celebrazione con ingredienti carnascialeschi, in piazza Venezia, che si sarebbe potuta evitare o, quanto meno, limitare all'omaggio al Milite Ignoto da parte del Capo dello Stato, senza alcun seguito. Davvero fuor d'opera il "balletto" delle mascherine, tutte bianche... in alta uniforme.

Ritratto di marfra37

marfra37

Mar, 02/06/2020 - 16:47

Come puo'pretendere coesione se la maggioranza degli italiani si sente discriminata?. Ci faccia governare da un esecutivo che sia espressione della volonta'dei cittadini e non di intrallazzi pseudo politici. Ci faccia giudicare da una magistratura imparziale e non frutto di clientele sinistre. poi si potra'pretendere coesione.

Happy1937

Mar, 02/06/2020 - 16:58

Mattarella dovrebbe dirlo a Giuseppi & Co che finora si sono dedicati allo sport di prendere per il naso l'opposizione.

Giorgio5819

Mar, 02/06/2020 - 17:07

"Adesso serve coesione"... quale ? quella tra le diverse correnti comuniste ?... tas che l'é mei...

Ritratto di saggezza

saggezza

Mar, 02/06/2020 - 17:08

marfra37 condivido pienamente.

DRAGONI

Mar, 02/06/2020 - 17:12

MA COME SI PUO' ESSERE COESI CON UN GOVERNO, CATTO COMUNISTA IN SALSA GRILLINA ,RAFFAZZONATO E VARATO CON UN UNICO SCOPO DI DISTRUGGERE SALVINI E LA LEGA?MI SEMBRA CHE VENGA CHIESTO L'IMPOSSIBILE.

Giorgio5819

Mar, 02/06/2020 - 17:56

marfra37- 16:47, massima condivisione e stima.

Abit

Mar, 02/06/2020 - 17:56

Presidente Mattarella, la coesione da Ella preconizzata non è possibile con il governo attuale. Lei lo sa meglio di chiunque altro. Cominci a sciogliere il CSM è chissà che le cose possano cambiare. Su questo aspetto le Sue parole non servono a molto : serve un'azione.

mariobaffo

Mar, 02/06/2020 - 18:00

Il presidente Mattarella ha sempre in bocca la parola " Coesione " ma per essere coesi bisogna che giungano a compromessi governo ed opposizione,oppure intende che l'opposizione debba fare da stampella a questo governo fasullo ?