La Fornero va al cinema per il film sugli esodati: "Io perdo, son distrutta"

L'ex ministro del Lavoro assiste a Torino alla proiezione della pellicola sulla riforma delle pensioni del 2011: dice di essere "distrutta e di perdere sempre"

La Fornero va al cinema per il film sugli esodati: "Io perdo, son distrutta"

Coraggiosa è stata coraggiosa, non si può negarlo. Elsa Fornero ha accettato di assistere alla proiezione sugli esodati proprio in compagnia di alcune persone che della sua riforma delle pensioni subirono gli effetti nel modo più crudo.

L'ex ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del governo Monti, in carica dal 2011 al 2013 ha guardato il film "L'esodo", dedicato proprio al tema, gomito a gomito con uomini e donne che probabilmente avrebbero sperato che non fosse mai stata al governo.

Come racconta La Stampa, l'ex ministro esperta di previdenza ha bevuto il calice fino in fondo, mostrandosi provata per le tante sofferenze proiettate sullo schermo e che ricordano quelle reali vissute da migliaia di italiani.

Sottolineando però che senza quella riforma - resa necessaria, e con urgenza, da decenni di frottole propinate sulla previdenza da parte della politica - la situazione del Paese sarebbe stata ben peggiore.

"Questa riforma fa tanto comodo: ce se ne può vantare in Europa, mentre in Italia basta dire che è tutta colpa mia", spiega: ce l'ha con i politici che, dice, dopo anni di vacche grasse hanno chiamato i professori a fare il lavoro sporco, hanno votato in Parlamento tutte le misure dettate dall'austerity richiesta dall'Europa per poi insultare chi ci aveva messo la faccia.

Certo di fronte alle storie drammatiche che vanno in scena sul grande schermo nemmeno lei si può dimenticare che quelle vicende non sono state ispirate dalla fantasia ma dalla realtà. Ed è così che alla fine della proiezione la Fornero se ne va molto amareggiata: "Chi racconta storie così vince comunque, io perdo sempre - sospira - Scusate ma ora vado. Sono stanca. Distrutta".

Commenti