"Ho votato Grillo ma ora riapro l'Unità"

Guido Veneziani, il nuovo editore, si confessa al Fatto e svela come sarà il nuovo giornale

"Ho votato Grillo ma ora riapro l'Unità"

“Il mio era un voto di protesta, non mi pento, con me c'era il 25% degli italiani”. A confessare al Fatto Quotidiano il suo voto per il Movimento 5 Stelle è Guido Veneziani, il nuovo editore dell’Unità che tornerà in edicola il prossimo 25 aprile.

“Oggi però – precisa l’editore - voterei per Renzi. Sta portando avanti un rinnovamento politico che incide sul sociale, e in maniera veloce. E noi lo sproneremo. Questo Paese ha bisogno di qualcuno che fa. E oggi lo voterebbe il 51 per cento degli italiani”. Parlando della vecchia Unità, Veneziani spiega che: “Se il giornale ha chiuso è perché non incontrava più il gusto della gente, non interessava cosa si scriveva: non si può portare avanti un rendiconto nostalgico di tempi che non esistono più. Però Gramsci ha scritto pagine importantissime e attuali, come molti altri politici dell'epoca”. Ora però c’è la necessità di cambiare: “Penso a un giornale libero con nuove sezioni. Ci sarà la politica, l'economia, tutte le parti storiche, più altre innovative. Non voglio svelarle alla concorrenza, dietro c'è uno studio”. L’appuntamento in edicola è fissato per la festa della Liberazione: “Sarebbe bello, sarebbe fantastico. Per riuscirci – conclude Veneziani - ho provato a indossare la tuta di Capitan Power, ma non so se basterà”.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti